in

Alfa Romeo: dove saranno prodotte le future auto?

Alfa Romeo: oltre al SUV Brennero ci saranno altre auto che saranno prodotte dal Biscione al di fuori dei confini italiani?

Vi abbiamo scritto delle numerose voci sulle future auto di Alfa Romeo. Al momento oltre a quanto dichiarato da Jean-Philippe Imparato che ha promesso una nuova vettura ogni anno per il Biscione da qui al 2027, le indiscrezioni si susseguono. Quello che però in tanti si domandano e se queste future auto di Alfa Romeo saranno prodotte tutte o quasi in Italia oppure no.

Dove saranno prodotte le future auto di Alfa Romeo?

Ai tempi di Sergio Marchionne la casa automobilistica del Biscione faceva della sua italianità un elemento fondamentale. Il compianto CEO di Fiat Chrysler Automobiles diceva che le auto dello storico marchio milanese sarebbero dovute essere sempre prodotte in Italia, essendo parte integrante del famoso “made in Italy” al pari delle super car della Ferrari.

La nuova dirigenza di Stellantis però sembra pensarla in maniera diversa. Infatti si è saputo che il secondo modello ad arrivare del nuovo corso del Biscione sarà prodotto in Polonia. Ci riferiamo naturalmente al B-SUV che forse si chiamerà Alfa Romeo Brennero e il cui arrivo è stato ufficialmente confermato nelle scorse settimane.

L’auto sarà prodotto a Tychy in Polonia su piattaforma STLA Small di Stellantis. Si tratterà dunque della prima auto che la casa milanese realizzerà all’estero anche se in realtà il suo sviluppo e la sua progettazione avverranno in Italia presso il Centro Stile di Alfa Romeo sotto la super visione del capo designer del Biscione Alejandro Mesonero-Romanos.

La notizia della produzione della prima Alfa Romeo in Polonia ovviamente non ha fatto piacere ai fan del marchio ma la verità è che ormai in un mondo sempre più globalizzato la scelta di delocalizzare la produzione di auto diventa una necessità anche per case automobilistiche blasonate come quella di Stellantis.

A questo punti la domanda che molti si fanno e se vi saranno altre auto oltre ad Alfa Romeo Brennero che potrebbero essere prodotte al di fuori dei confini italiani. La verità è che al momento nessuno sa rispondere a questa domanda. In attesa di notizie ufficiali da parte di Stellantis, le quali potrebbero arrivare già il prossimo 1 marzo 2022, non ci sentiamo di escludere questa ipotesi.

Dato che Stellantis in passato ha già fatto sapere di voler trasformare l’Italia in un polo industriale premium, questo fa pensare che la stragrande maggioranza delle auto del Biscione saranno prodotte nel nostro paese.

Tuttavia nel caso in cui dovesse essere ufficializzato che Alfa Romeo sarà presente nel segmento B del mercato con un altro modello al di sotto di Brennero, allora è probabile che anche questa auto per questioni di budget venga prodotta al di fuori dei confini italiani.

Alfa Romeo
Alfa Romeo: oltre al SUV Brennero ci saranno altre auto che saranno prodotte dal Biscione al di fuori dei confini italiani?

Il riferimento va ovviamente alla futura erede di Alfa Romeo MiTo, un modello che al momento deve essere comunque confermato. Le parole di Jean-Philippe Imparato secondo cui il marchio milanese deve tornare nei segmenti più popolari per recuperare i 2 milioni di clienti persi, fa propendere per questa novità, ma ovviamente si attendono conferme ufficiali.

In passato si era anche ipotizzato che per questioni di praticità, di dazi e altro, Alfa Romeo avrebbe potuto anche produrre alcune auto direttamente in paesi che in futuro saranno fondamentali per il rilancio del Biscione come Stati Uniti e Cina.

Al momento però sembra davvero difficile che ciò possa accadere anche perchè Imparato ha smentito che verranno prodotte in futuro auto appositamente per singoli mercati. Dunque l’Italia a parte qualche eccezione, continuerà a rimanere il centro nevralgico delle future auto di Alfa Romeo.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: i dati aggiornati sulle vendite di Europa

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento