in

Lancia: già delineato il programma per i prossimi 10 anni

Lancia: confermato ufficialmente il piano industriale per i prossimi 10 anni, ecco gli elementi fondamentali

I prossimi 10 anni saranno fondamentali per il futuro di Lancia. Il marchio automobilistico in questo lasso di tempo dovrà rilanciarsi nel mercato auto premium. Per raggiungere questo obiettivo il gruppo Stellantis metterà a disposizione le sue ingenti risorse. Nei giorni scorsi Luca Napolitano ha ribadito che la casa automobilistica piemontese, che solo pochi giorni fa ha festeggiato 115 primavere, punterà forte sull’elettrificazione della gamma.

Delineato il piano di Lancia per i prossimi 10 anni

Dal 2026 in poi il costruttore italiano produrrà solo ed esclusivamente auto elettriche. Napolitano ha ribadito che i primi 3 modelli ad arrivare saranno Lancia Ypsilon, Aurelia e Delta. Ovviamente da qui a 10 anni diverse altre vetture saranno presentate ed in particolare nei segmenti più elevati del mercato. Si parla ad esempio dei possibili ritorno di Thema e Stratos.

Il ritorno di Lancia in Europa è fissato nel 2024 grazie alla nuova generazione d Ypsilon. I primi paesi a beneficiare di questo ritorno della casa piemontese in Europa saranno Austria, Belgio, Francia, Germania e Spagna. Subito dopo toccherà anche al Regno Unito. La notizia del ritorno di Lancia nelle scorse settimane ha suscitato scalpore in molti paesi. Ancora oggi è forte il ricordo del marchio e delle sue auto tra gli appassionati e gli addetti ai lavori.

Ma oltre ai nuovi modelli, all’elettrificazione e al ritorno in Europa, l’altro punto fondamentale nel piano di rilancio di Lancia sarà il nuovo modello di vendita. Napolitano ha spiegato che questo si evolverà per garantire che il brand sia sempre al passo coi tempi. Gli showroom saranno circa 100 in 60 città ma si tratterà di spazi piccoli.

Lancia logo
Lancia: confermato ufficialmente il piano industriale per i prossimi 10 anni, ecco gli elementi fondamentali

Questo in quanto si darà sempre più importanza alla vendite online. Anche la casa piemontese al pari di Alfa Romeo cercherà di evitare che vi siano troppe auto a km zero in giro per non rovinare l’immagine. L’offerta di prodotti sarà semplificata e probabilmente saranno utilizzati dei pacchetti già preimpostati.

Ti potrebbe interessare: Lancia festeggia i suoi 115 anni di storia nella cornice del Quirinale

Looks like you have blocked notifications!