in

Enjoy: dal 2022 car sharing anche elettrico con battery swap

Alle Fiat 500 e Fiat Doblò, Enjoy affiancherà le nuove XEV Yoyo quadricicli elettrici che introducono una valida modalità di ricarica

Con gli scenari che mutano quasi alla velocità della luce, la mobilità del futuro che passa dal car sharing cittadino vede ora una nuova pagina che Enjoy introdurrà a partire dall’inizio del 2022. Alle sempre disponibili Fiat 500 e Fiat Doblò, Enjoy affiancherà infatti le nuove XEV Yoyo ovvero i nuovi quadricicli elettrici che introducono una interessantissima modalità per la ricarica delle batterie.

Le nuove XEV Yoyo di Enjoy saranno infatti caratterizzate da un servizio particolarmente interessante per l’incremento dell’autonomia residua. Parliamo del battery swap. I nuovi quadricicli elettrici che vedremo nelle principali città italiane, saranno caratterizzate da una nuova livrea giallo fluo, e si abbineranno appunto ai modelli classici e già in essere nella flotta di Enjoy by ENI.

Come funziona il battery swap di Enjoy

Nello specifico il battery swap proposto da Enjoy potrebbe risultare effettivamente molto più interessante rispetto ad altre modalità di ricarica. Non si tratta infatti di una vera e propria ricarica delle batterie, ma piuttosto la tecnologia prevede proprio la sostituzione fisica delle batterie con elementi già carichi azzerando in questo modo i necessari tempi di ricarica utili per altre tipologie di elettriche. Non si tratta di una modalità fortemente nuova, visto che in molti si sono cimentati nello sviluppo di questa tecnologia sin dai primi Anni Duemila. Tuttavia a Enjoy si deve il merito di aver introdotto questa possibilità su una così ampia scala di utilizzo, proprio a partire dall’inizio del nuovo anno.

La sostituzione sulle XEV Yoyo di Enjoy si potrà completare presso le stazioni di servizio ENI che garantiranno l’utilizzo di questa nuova modalità.

Enjoy XEV Yoyo

Il quadriciclo elettrico XEV Yoyo peraltro è nato dalle intuizioni di una startup italo-cinese e raggiunge gli 80 km/h di velocità massima. Viene prodotto in Cina, ma realizzato con il coinvolgimento di realtà della nostra Penisola. A partire dal 2022 se ne potranno apprezzare le qualità lungo le strade dei principali centri italiani, grazie proprio alla possibilità offerta da Enjoy con una modalità di sostituzione delle batterie che potrebbe convincere particolarmente l’utenza sempre più affezionata al car sharing. I costi del noleggio e le condizioni proposte dovrebbero rimanere le stesse che il car sharing di ENI utilizza già sulle Fiat a disposizione di chi sceglie Enjoy ogni giorno.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento