in

Alfa Romeo: finisce per sempre la ‘pacchia’ delle km zero

Alfa Romeo nei prossimi anni niente più km zero: il Biscione vuole diventare per davvero un marchio premium

Alfa Romeo logo

Sono tanti i cambiamenti promessi da Jean-Philippe Imparato per quanto riguarda Alfa Romeo nei prossimi anni. Il nuovo amministratore delegato del Biscione vuole rivoltare come un calzino l’azienda che ha preso in mano negli scorsi mesi dopo aver governato con grande successo per diversi anni il marchio Peugeot.

Alfa Romeo vuole essere davvero premium rinunciando definitivamente alle Km Zero

Una delle cose che maggiormente ha colpito i numerosi fan della casa automobilistica milanese a proposito delle dichiarazioni di Imparato è la situazione relativa alla vendita di vetture a Km Zero. Si tratta probabilmente di un espediente di cui negli ultimi decenni lo storico marchio del Biscione ha abusato. Questo, se probabilmente per il cliente finale ha portato un vantaggio in termini di sconto per l’acquisto di una vettura rispetto al prezzo di listino, sicuramente non ha fatto il bene di Alfa Romeo.

Non è possibile che una casa automobilistica premium con la storia e la tradizione di Alfa Romeo si riduca a dover vendere le sue auto in questa maniera. Come ha giustamente detto Jean-Philippe Imparato, questo ha finito per ridurre di molto il valore delle auto del Biscione e inoltre ha anche impoverito l’immagine della casa automobilistica che vanta una storia e una tradizione che solo pochissimi marchi al mondo possono eguagliare.

Pertanto col nuovo corso di Alfa Romeo le cose cambieranno radicalmente. Già i primi effetti di questa rivoluzione si vedranno nel corso del 2022. Niente più piazzali pieni di Alfa a km zero. Le vetture saranno prodotte solo quando c’è la richiesta. Si partirà con il SUV Alfa Romeo Tonale.

Anche con questo tipo di novità si riescono a cambiare le sorti di un marchio che da troppo tempo deve fare i conti con strategia non propriamente azzeccate. Non bastano solo le nuove auto occorre anche che il marchio riacquisti il suo valore. Ricordiamo che l’obiettivo finale è quello di rendere il Alfa Romeo capace di competere ad armi pari con rivali del calibro di Audi, BMW e Mercedes.

Alfa Romeo Brennero
Alfa Romeo nei prossimi anni niente più km zero: il Biscione vuole diventare per davvero un marchio premium

Lo stesso riguarderà anche le future Alfa Romeo Brennero, Giulia e Stelvio. Chi vorrà acquistare una vettura della casa milanese dovrà pazientemente aspettare di ricevere la propria vettura realizzata secondo i propri desideri.

Ti potrebbe interessare: Vendite di Alfa Romeo: in linea con l’andamento negativo del mercato ad ottobre in Europa

Looks like you have blocked notifications!

Un commento

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero

Lascia un commento