in

Stellantis vuole la leadership nella guida autonoma

Stellantis è pronta a competere per la leadership nei sistemi di assistenza alla guida in Europa

Stellantis

Partecipando all’iniziativa L3Pilot, Stellantis è pronta a competere per la leadership nei sistemi di assistenza alla guida in Europa. Con l’ausilio di un progetto faro europeo finalizzato alla ricerca e all’innovazione, si sta verificando la fattibilità delle funzioni di guida automatizzata di Livello 3 sulle strade pubbliche. Grazie a settanta vetture debitamente attrezzate per sostituire il vero pilota in determinate situazioni, con la partecipazione di 750 collaudatori esperti e un totale di 400.000 chilometri di autostrada, la metà dei quali senza intervento umano.

“La partecipazione di Stellantis al progetto L3Pilot e il suo ruolo di leadership nella fase pilota dimostrano chiaramente il nostro impegno nello sviluppo di tecnologie di guida autonoma ” , ha affermato Harald Wester, Direttore dell’ingegneria di Stellantis. La fase di pilotaggio ha coperto un’ampia gamma di situazioni di guida, inclusi parcheggi, sorpassi su autostrade, attraversamenti di intersezioni urbane e scenari a breve distanza. Tutto questo per testare le diverse funzioni di guida automatizzata di Livello 3. Per ottenere i migliori risultati, sono stati effettuati complessivamente 24.000 viaggi in ambito urbano, di cui 22.200 in modalità “ self-driving ” e 1.800 in modalità manuale.

Durante i test di valutazione e sviluppo sono stati attraversati ” 14 siti pilota ” in sette diversi paesi europei. Con questi numeri della sperimentazione dei sistemi denominati ADAS si è conclusa un’importante fase del progetto europeo L3Pilot, finalizzato alla sperimentazione su strada dell’affidabilità dei sistemi di guida assistita di Livello 3. Il prossimo passo sulla scala SAE per le auto ‘assistite’. Durante le migliaia di chilometri di prove di questo progetto, la guida assistita, compreso il sorpasso autonomo, è stata testata su strade ad alta velocità, nonché in zone congestionate e a traffico lento.

L3Pilot ha fornito contributi chiave per testare le funzioni di guida automatizzata, analizzare le prestazioni dei sistemi autonomi dal punto di vista dell’utente e comprendere l’impatto dell’implementazione della tecnologia sulla sicurezza stradale.

Per effettuare questi test, una flotta di sedici prototipi Stellantis è stata schierata in diversi scenari e situazioni di guida ed esposta a condizioni variabili in vari paesi europei per raccogliere dati, rilevare scenari e valutare tutti gli aspetti dei test su strada, per rispondere a domande chiave che portano questi sistemi sul mercato. Basandosi sui risultati di L3Pilot, Stellantis continuerà a contribuire allo sforzo su larga scala con il prossimo progetto cofinanziato dall’Unione Europea, Hi-Drive. Nei prossimi quattro anni (2021-2025), Hi-Drive affronterà una serie di sfide chiave per l’implementazione di livelli più elevati di guida automatizzata.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento