in

Benzina cara come 7 anni fa: rischio inflazione

Doppia batosta per gli automobilisti: la benzina cara come 7 anni fa e il rischio inflazione, in una spirale pericolosa e da stoppare

Due beffe in un colpo solo per chi ha un’auto a benzina, come previsto qui. Anzitutto, la verde oggi è cara come 7 anni. Inoltre, tutti i prezzi dei trasporti salgono, e quindi anche le merci che vengono consegnate e che arrivano sulle nostre tavole. La verde è a 1,671 euro al litro: raggiunge un record dal 27 ottobre 2014, ossia quasi 7 anni fa, quando svettò a 1681 euro al litro. 

Lo dicono i dati settimanali del ministero della Transizione ecologica, salgono ancora i prezzi dei carburanti, che si attestano, in modalità self service. Secondo l’Unione nazionale consumatori, “bisogna che il Governo intervenga non solo su luce e gas, ma anche sul caro benzina, riducendo le accise sui carburanti”. Ricordiamo che due terzi di un pieno vengono bruciati in tasse, con l’IVA al 22% che è un’imposta sulle tasse, ossia sulle accise. 

Quindi, se chi ha un’auto elettrica teme il peggio per il rincaro delle bollette, chi ha un’auto a benzina non sorride. E il gasolio? Tocca i 1,517 euro al litro, raggiunge il valore massimo dal 27 maggio 2019, quando si attestò a 1.525 euro al litro.

Non solo: dall’inizio dell’anno, dalla rilevazione del 4 gennaio, un pieno da 50 litri è aumentato di 11 euro e 46 cent per la benzina. E di 9 euro e 88 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 15,9% e del 15%. Su base annua è pari a una stangata ad autovettura pari a 275 euro all’anno per la benzina e 237 euro per il gasolio.

E fuori città? Questi i prezzi sulle autostrade, secondo Staffetta Quotidiana: benzina self service 1,768 euro/litro (servito 1,957), gasolio self service 1,629 euro/litro (servito 1,874), Gpl 0,816 euro/litro, metano 1,081 euro/kg, Gnl 1,369 euro/kg.

Quale futuro per greggio e benzina

In un mese circa, dal 17 agosto 2020, le quotazioni internazionali del greggio sono variate di +3,7 cent/litro. Mentre quelle dei prodotti finiti sono variate per la benzina di +2,2 cent/litro e di +4,6 cent/litro per il gasolio. Sempre con IVA inclusa. Mentre i prezzi nazionali alla pompa sono variati di +1,5 cent /litro per la benzina (invariato il gasolio). Senza drastiche variazioni delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati o del tasso di cambio euro/dollaro, vi sono presupposti per un’aspettativa di prezzi in lieve aumento. Sia due prodotti benzina e gasolio e delle modalità di servizio self e servito.