in

Le 5 Alfa Romeo più vendute dell’era Fiat

Un viaggio alla scoperta delle Alfa Romeo di maggior successo commerciale nell’era degli Agnelli.

Oggi vi offriamo una lista delle 5 Alfa Romeo più vendute dell’era Fiat. Sono auto che, in alcuni casi, hanno ridato splendore a un marchio speciale, talvolta non gestito in modo adeguato. Anche se non tutti i giovani lo sanno, una volta Alfa Romeo era una stella brillantissima della galassia a quattro ruote. Per fortuna la tradizione, nonostante qualche sbandamento, è stata preservata, superando alcune cadute di stile di qualche anno fa, ma resta molto da fare.

La storia dell’Alfa Romeo è costellata di tappe avvincenti, che hanno scritto l’impalcatura di un marchio capace di far sognare gli appassionati, a tutte le latitudini del mondo. Dal punto di vista legale, la nascita dell’Alfa (acronimo di Anonima Lombarda Fabbrica Automobili) risale al 24 giugno 1910. Nello stesso anno, presso le officine milanesi del Portello, furono concepite due vetture destinate a fissarsi per sempre nella storia aziendale, come primi modelli a sua firma: la 24 HP e la 12 HP, che nella sigla riferiscono la potenza erogata dal motore.

Alfa Romeo: una storia lunga

Alfa Romeo 8C Spider
L’Alfa Romeo 8C Spider nella vista di 3/4 anteriore.

Fu l’inizio di una storia che è andata avanti nel tempo con alterne fortune, intrecciandosi pure con molte vicende personali, sportive e manageriali di Enzo Ferrari, fondatore della casa del “cavallino rampante”. L’Alfa Romeo più venduta di sempre è stata la 33 che, nelle due generazioni in cui ha preso forma, è sbocciata in 989.234 unità, dal 1983 al 1994. Numeri importanti, in un’epoca in cui, però, il prestigio del marchio era fortemente appannato e non più in linea con la nobile tradizione. Incolore l’Alfa 90 del 1984, che rimase in listino quanto un battito di ciglia, per lasciare il posto alla ben più efficace ed amata 75 del 1985, primo modello a montare un motore Twin Spark.

I bilanci della casa ancora non ridevano, anche per gli alti costi di produzione, e l’IRI, che deteneva il controllo del marchio, nel 1986 cedette l’Alfa Romeo alla Fiat. L’anno dopo giunse sul mercato la splendida 164, disegnata da Pininfarina e sviluppata sullo stesso pianale utilizzato da Fiat Croma, Lancia Thema e Saab 9000. Il modello piacque. Univa alla bella estetica delle doti dinamiche e prestazionali all’altezza, in un quadro di comfort e abitabilità in linea con le aspettative. Se avesse avuto la trazione posteriore avrebbe sfondato, ma i suoi numeri furono comunque buoni.

Siamo già in piena era Fiat, anche se i primi modelli interamente concepiti sotto la regia degli Agnelli furono le serie limitate SZ ed RZ. Scopriamo allora le 5 Alfa Romeo di maggiore successo commerciale al 1986 ad oggi. I dati sono quelli forniti a Quattroruote dal Centro di Documentazione Alfa Romeo di Arese. Ovviamente mancano dalla lista i modelli attuali, come Giulia e Stelvio, che sono in piena produzione e in continua evoluzione numerica.

1. Alfa Romeo 156

Lei è la regina commerciale del listino Alfa Romeo nell’era Fiat. Il primo posto nel podio è stato conquistato con 673.435 esemplari prodotti durante la sua permanenza sul mercato, andata avanti dal 1997 al 2007. Questa berlina di segmento D deve gran parte del suo successo alla splendida linea disegnata da Walter de Silva, che ha dato vita ad una scultura dinamica, entrata subito nel cuore delle gente.

2. Alfa Romeo 147

Piazza d’onore, nella lista che abbiamo predisposto, per questa compatta a due volumi di taglio muscolare, prodotta a Pomigliano d’Arco dal 2000 al 2010, in 651.823 esemplari. Un volume commerciale che le fa guadagnare il secondo posto in classifica fra le Alfa Romeo più vendute dell’era Fiat. Anche in questo caso il design è dovuto all’estro creativo di Walter de Silva. Nel 2005 giunse il restyling firmato da Giorgetto Giugiaro.

3. Alfa Romeo Giulietta

Questa vettura, inquadrabile come berlina media compatta di segmento C, si presenta allo sguardo con un look muscolare, che guadagna molti punti nello specchio di coda, largo e sportivo. La sua produzione è andata avanti dal 2010 al 2020, presso lo stabilimento di Cassino. In totale ne sono state prodotte circa 480.000 unità. Quanto basta per guadagnare il gradino più basso del podio nella nostra classifica odierna.

4. Alfa Romeo MiTo

Con 293.428 esemplari prodotti, questa automobile di segmento B del Biscione si aggiudica il quarto posto nella speciale classifica di oggi. Il nome del modello unisce le sigle di Milano e Torino, per celebrare il legame tra Alfa Romeo e Fiat dell’era moderna. Questa è l’unica utilitaria della casa automobilistica lombarda. Piacque tanto ai giovani e alle donne. La mancanza di una versione a 5 porte ha inciso sul suo potenziale commerciale.

5. Alfa Romeo 164

Splendida creatura di Pininfarina, questa berlina da sogno è entrata subito nel cuore della gente. A lei va l’ultimo posto della nostra top five, ma visto il segmento di appartenenza, le sue cifre sono davvero importanti. In totale, l’Alfa Romeo 164 ha preso forma in 269.894 esemplari, prodotti dal 1987 al 1997. Questa è stata la prima auto del Biscione, fra quelle di larga produzione, a sbocciare sotto il cappello di mamma Fiat.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI