in

Stellantis: il successo di Fiat e Jeep a Peugeot e Citroën in Brasile

In futuro i quattro brand condivideranno anche le caratteristiche tecniche come i motori

Stellantis investimenti Brasile

Antonio Filosa, capo della divisione sudamericana del neonato gruppo Stellantis, ha già grandi risultati da festeggiare, soprattutto per Fiat e Jeep. Entrambe le case automobilistiche hanno registrato una crescita record in termini di vendite nel primo trimestre nel mercato sudamericano e inoltre prevedono di lanciare importanti vetture nei prossimi mesi. Uno degli obiettivi di Filosa è trasmettere lo stesso successo a Peugeot e Citroën.

Nel corso di una recente intervista, il numero uno di Stellantis Sud America ha dichiarato: “Stellantis è una casa di marca e lavoriamo su piani di crescita per ciascuno. All’interno di questa strategia, ci aspettiamo che nei prossimi 24 mesi Peugeot e Citroën crescano di nuovo allo stesso livello di dieci anni fa. Entrambi hanno molto futuro in Brasile e su questo investiremo“.

Citroën CC21 ultimo prototipo foto spia
Citroën CC21

Stellantis: Peugeot e Citroën come Fiat e Jeep in Brasile?

Se il piano andasse in porto, le due case automobilistiche francesi potrebbero tornare ad avere poco più del 5% delle vendite nel mercato brasiliano rispetto al 2% circa di oggi. Antonio Filosa ritiene che uno dei fattori per riuscire ad applicare questa ripresa è il lancio di nuovi prodotti.

Il primo di questi è la nuova Citroën C3 con assetto rialzato che sarà prodotta nello stabilimento di Porto Real (Rio de Janeiro) dal prossimo settembre utilizzando la piattaforma modulare CMP sviluppata da PSA. Quest’ultima è la stessa utilizzata per la Peugeot 208 lanciato lo scorso anno e la cui produzione è recentemente iniziata in Argentina.

Anche senza contare sul pieno potenziale di due marchi francesi, Stellantis ha registrato risultati molto importanti nel suo primo trimestre di esistenza in Sud America, guidando per la prima volta le vendite nel paese con 189.000 veicoli venduti. Parliamo di una crescita del 49% rispetto allo stesso periodo del 2020 (considerando la somma delle immatricolazioni di PSA e FCA).

Il volume ha registrato un aumento del 5,3% della quota di mercato, che adesso si attesta al 22,2%. In Brasile, la crescita è stata superiore, pari all’8,1%, Stellantis dominato il 28,9% delle vendite mentre in Argentina la quota di mercato è cresciuta del 3,6% al 27,8% a fine marzo.

Fiat Toro 2022
Fiat Toro 2022

Il dirigente vuole sfruttare le stesse strategie di Jeep e Fiat anche per Peugeot e Citroën

Oltre ai nuovi prodotti, Filosa vuole adottare le stesse strategie applicate recentemente da Fiat e Jeep per conquistare il mercato, che negli ultimi mesi hanno fatto balzare le vendite di entrambe le case automobilistiche, senza considerare l’ultimo restyling del Fiat Toro e della Jeep Compass, del nuovo SUV compatto su base Argo, della Jeep a sette posti e del SUV su base Cronos di Fiat.

Oltre ai lanci, il dirigente sottolinea che il grande successo di Stellantis in Sud America è stato avere un team competente che sapesse lanciare nuovi prodotti, attrarre nuovi clienti ed espandersi nel mercato tramite delle campagne di marketing di successo come il riposizionamento dell’identità di Fiat avvenuta lo scorso anno quasi in contemporanea con il lancio del nuovo Fiat Strada.

Nella sua prima intervista dalla conclusione della fusione tra PSA ed FCA, Filosa ha precisato che tutti i marchi e i loro stabilimenti sono asset essenziali per il successo di Stellantis. In poche parole, non è prevista alcuna cessazione di marchio e/o la chiusura di impianti produttivi. Al contrario, il piano prevede l’investimento nella crescita di tutte le divisioni e gli stabilimenti. Tutte e cinque le fabbriche di Stellantis presenti in Sud America sono state modernizzate e operano con un’elevata produttività.

Continueremo a investire in tutti gli stabilimenti e abbiamo già riconfermato l’investimento a Porto Real all’inizio dell’anno per produrre una nuova vettura sulla piattaforma CMP. La pandemia ci ha ostacolato, ma non abbiamo cancellato alcun piano. La maggior parte delle risorse vengono investite in Betim e Goiana, ma tutte le fabbriche ne trarranno vantaggio“, ha commentato Antonio Filosa.

Fiat Progetto 363 immagini ufficiali
Fiat Progetto 363

Dovranno passare diversi mesi per iniziare la condivisione di motori con i due brand francesi

Ci vorrà del tempo prima che Peugeot e Citroën possano condividere alcune caratteristiche tecniche con Jeep e Fiat come i nuovi motori GSE Turbo 1.0 e 1.3 la cui produzione è recentemente partita nello stabilimento di Betim e sono stati già utilizzati nei veicoli di entrambi i brand.

Il dirigente di Stellantis Sud America ha ammesso che ci vogliono almeno 18 mesi per adattare e approvar un motore per una nuova vettura. Pertanto, almeno fino alla metà del 2022, è probabile che i veicoli di Peugeot e Citroën non adottino i motori turbo di FCA.

Infine, Filosa ha elogiato il modello Y usato dalla rete di concessionari dei due marchi francesi in diversi paesi (tra cui il Brasile) dove entrambi condividono lo stesso spazio nello showroom ma con i vari modelli esposti separati da un muro, pur avendo la stessa officina sul retro. Secondo il dirigente, la stessa formula può essere adottata per Fiat e Jeep ma solo in alcune regioni.

Jeep mini SUV
Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento