in

Ricarica elettrica Shell: hub per le auto a Parigi

La Compagnia preme sull’acceleratore della nuova mobilità

hub-shell

Altro che estrazione e raffinazione di petrolio per auto endotermiche: il futuro potrebbe essere la mobilità pulita per le vetture a batteria. Ecco perché, in materia di ricarica elettrica, un colosso come Shell preme sull’acceleratore delle colonnine, creando un “centro” a Parigi dove fare il pieno di corrente. La multinazionale operante nel settore petrolifero, nell’energia e nella petrolchimica lo chiama European EV Mobility Hub.

Dedicato alle flotte aziendali. Perché? Perché il noleggio a lungo termine delle vetture aziendali è la chiave per sfondare nell’elettrico: qui può esserci una sorta di grande sperimentazione delle macchine a pila.

Si tratta di un punto di ricarica con otto colonnine nel centro di Parigi a disposizione delle aziende: flotte, tassisti e operatori di veicoli commerciali. Serve registrarsi per ottenere una serie di servizi e offerte.

Per car sharing (condivisione auto elettriche), ride hailing (un servizio vettura più autista, che arriva nel momento in cui se ne ha bisogno) e last mile delivery companies (furgoncini elettrici per le spedizioni che devono percorrere distanze brevi).

shell colonnine

Altre colonnine elettriche Shell in arrivo a Parigi

Shell propone quindi un business-to-business (B2B) mobility hub. Il primo, composto da otto caricatori rapidi, è aperto nel centro di Parigi, presso il parcheggio del municipio di Parigi. Il secondo hub, vicino all’aeroporto Charles de Gaulle, sarà operativo entro la fine del 2021. 

Superfluo ricordare che la disponibilità dei punti di ricarica è fondamentale per la diffusione dei veicoli elettrici. Shell cerca di intercettare la tendenza, all’insegna della decarbonizzazione: questo progetto pilota servirà anche da modello per le future installazioni della multinazionale.

Il tutto rientra nella strategia per accelerare la trasformazione di Shell in un fornitore di prodotti e servizi energetici a emissioni zero. Obiettivo: far crescere la sua rete globale di punti di ricarica. E Parigi è perfetta in questo senso, visto che intende al più presto bloccare le endotermiche. Ostacolando le vetture a benzina e a gasolio in diversi modi: vedi qui.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento