in

Shell punta a 2,5 milioni di colonnine di ricarica per il 2030

Dal petrolio all’elettrico, come si muove il colosso energetico

Shell punta a 2,5 milioni di colonnine di ricarica per il 2030

Diversificare, puntare al futuro, cambiare rotta per evolversi e vincere: Shell punta a 2,5 milioni di colonnine di ricarica per il 2030. Dal petrolio all’elettrico, come si muove il colosso energetico. Da dove arriva questa certezza? In un’intervista per Squawk Box Asia sulla Cnbc, il direttore del downstream della compagnia, Huibert Vigeveno, ha dichiarato che le auto a batteria saranno fondamentali nella politica aziendale e per la lotta contro l’inquinamento.

“Se si considerano le opportunità offerte dal settore della mobilità in materia di decarbonizzazione, i veicoli elettrici hanno un ruolo fondamentale”, ha detto. Puntando all’escalation di stazioni di ricarica del colosso petrolifero anglo-olandese.

Shell punta a 2,5 milioni di colonnine di ricarica per il 2030: quale crescita

  • Oggi, nel mondo, sono 60.000.
  • Saranno 500.000 colonnine entro il 2025.
  • E 2,5 milioni entro il 2030.
  • Mentre per il 2050 potrebbe anche esserci la totale elettrificazione dei mezzi: solo auto elettriche la 100%.

Lo sostiene lo stesso Vigeveno: “Due anni fa, nel 2019, abbiamo installato il nostro primo punto di ricarica per auto elettriche a Singapore. Ora, le colonnine sono presenti in un terzo della nostra rete”.

Tuttavia, la quantità non è sufficiente. Occorre qualità.  “Anch’io ho un’auto elettrica e impiego ore per ricaricarla a casa. Non può succedere la stessa cosa mentre le persone sono in viaggio, quindi il servizio deve offerto in tempi rapidi, da 10-20 minuti”.

D’altronde Huibert Vigeveno nel 2019 venne nominato a capo del downstream di Shell, dove il gigante intendeva investire tra i 7 e i 9 miliardi di dollari all’anno al 2025 per sviluppare sia i carburanti tradizionali sia  le colonnine di ricarica per le auto elettriche. Dal programma, si sta passando all’azione. In questa direzione, Shell International Petroleum Company Limited e Microsoft Corporation, basandosi su una storia di tre decenni di collaborazione, hanno avviato un’alleanza strategica per sostenere il progresso verso un mondo con emissioni zero.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento