in

Il SUV Fiat Progetto 363 è stato avvistato con un’attrezzatura insolita

Una foto spia proveniente da Belo Horizonte mostra il SUV Fiat progetto 363 con una strana attrezzatura

Fiat Progetto 363
Fiat Progetto 363

Fiat Progetto 363 è il nome interno con cui è conosciuto un nuovo SUV che la principale casa automobilistica italiana ha intenzione di lanciare a breve in Brasile. Il modello è stato già protagonista di numerosi avvistamenti e il suo debutto è ormai prossimo. Dovrebbe infatti avvenire nel corso del prossimo mese di maggio. Nella giornata di ieri, a proposito di questo modello, una strana foto è trapelata dal Brasile.

Una foto spia proveniente da Belo Horizonte mostra il SUV Fiat progetto 363 con una strana attrezzatura

Questa foto di Thiago Lemos di Click Car BH è stata scattata a Belo Horizonte e mostra il prototipo camuffato del nuovo SUV Fiat Progetto 363 con una strana attrezzatura. Questi strani dispositivi potrebbero essere una specie di condensatore di flusso o un circuito temporale creato dagli ingegneri di Stellantis. L’oggetto vicino al cofano del bagagliaio è un filtro Arla, presente nei motori diesel. Forse questo prototipo del SUV Fiat Progetto 363 stava testando alcune motorizzazioni diesel.

Queste comunque non troveranno spazio in Brasile ma potrebbero essere impiegate per questo modello quando sarà venduto anche in Argentina o in altri paesi dell’America Latina. Lo sviluppo del modello comunque dovrebbe ormai essere nelle sue battute finali. Presto dunque conosceremo ogni suo dettaglio.

Ti potrebbe interessare: Fiat Progetto 363: l’ultimo teaser svela nuovi dettagli sul design

Fiat Progetto 363 teaser
Una foto spia proveniente da Belo Horizonte mostra il SUV Fiat progetto 363 con una strana attrezzatura

Ti potrebbe interessare: Leasys annuncia l’arrivo di centinaia di Fiat 500 elettrica in Francia per il noleggio

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento