in

Opel Calibra vinceva 25 anni fa il Campionato Turismo

Titolo costruttori e piloti, con Manuel Reuter, per la Opel Calibra nell’ITC 1996.

Opel Calibra V6 4x4
Opel-Motorsport ITC Team Joest - Manuel Reuter auf Opel Calibra (1996)

Il tempo vola ed è già passato un quarto di secolo da quando, nel 1996, la Opel Calibra V6 4×4 vinse il Campionato Turismo. Fu quella una stagione memorabile per la casa di Rüsselsheim, che fece valere la sua legge in una delle più appassionanti edizioni dell’International Touring Car Championship (ITC). Ad essa andarono il titolo costruttori e quello piloti, finito nelle mani di Manuel Reuter. Lui gestì meglio dei colleghi i 500 cavalli di potenza del cuore da 2.5 litri dell’Opel Calibra, dotata di cambio idraulico e trazione integrale.

In quell’anno, le auto protagoniste della serie sfoggiavano tecnologie estreme, in parte degne della Formula 1. L’ITC era una estensione del celebre DTM tedesco, con gare organizzate in tutto il mondo, sotto l’egida della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA). Gli appuntamenti in pista andarono in scena dal tracciato di casa di Hockenheim a quello lontano di San Paolo del Brasile. Una miscela fantastica, consegnata al piacere degli appassionati e dei protagonisti, costretti a un confronto serrato.

Nomi di grande richiamo tra i cordoli

Opel Calibra V6 4x4
Opel-Motorsport, ITC, Team Zakspeed: Klaus Ludwig (17) und Uwe Alzen (16) vor Manuel Reuter (Cliff, Team Joest) und J.J. Lehto (43, Team Rosberg), alle Opel Calibra, 1996

Ai nastri di partenza i nomi di tanti piloti famosi, che aumentavano l’interesse per questa specialità, molto seguita anche in televisione. Uno dei suoi punti di forza erano le battaglie in pista, a suon di sorpassi, che animavano al meglio le dinamiche agonistiche. Il successo finale nel Campionato Turismo del 1996, come già scritto, andò ad un costruttore tedesco: la Opel. Fu quello il più importante traguardo sportivo conseguito nelle competizioni automobilistiche dalla casa di Rüsselsheim, che si assicurò entrambi i titoli. Non fu una passeggiata, perché i rivali avevano nomi molto importanti, come Alfa Romeo e Mercedes.

Tante le stelle in azione, con diversi piloti provenienti dalla Formula 1. La line-up si giovava di assi come Alessandro Nannini, JJ Lehto, Hans-Joachim Stuck, Giancarlo Fisichella, Nicola Larini, Klaus Ludwig e Bernd Schneider. Nella serie internazionale, per Opel correvano le squadre ufficiali Joest, Rosberg e Zakspeed. Le vetture turismo di Classe 1 erano tecnologicamente all’avanguardia. I tempi sul giro segnati da quei “mostri” a ruote coperte erano in linea con quelli delle Formula 3000: roba, quasi, da non crederci.

Opel Calibra: un successo completo

Opel Calibra V6 4x4
Motorsport: ITC 1996, Manuel Reuter mit dem Opel Calibra V6 auf dem Hockenheimring

Alla fine dell’anno, Opel si impose nel campionato costruttori con 349 punti, davanti ad Alfa Romeo (340 punti) e Mercedes (305). I piloti al volante delle Opel Calibra V6 4×4 conquistarono 9 vittorie e 19 podi su 26 gare. Il più vittorioso del marchio fu Klaus Ludwig (team Opel Zakspeed), con quattro successi, davanti a Manuel Reuter (Joest) con tre. La maggiore regolarità di quest’ultimo lo portò sul trono nella classifica conduttori.

La splendida coupé di fascia media della casa tedesca, in questa declinazione racing per l’ITC, montava una trasmissione idraulica semiautomatica a sei rapporti. La tecnologia, sviluppata insieme alla Williams GP Engineering, partner di Opel, riduceva il carico di lavoro del pilota, soprattutto nelle fasi di corsa più impegnative, e impediva al propulsore di andare fuori giri. Il cambio sequenziale funzionava con un sistema idraulico ad alta pressione. I passaggi di marcia avvenivano in soli 0,004 secondi, innesto della frizione compreso. Grande il lavoro svolto dai tecnici anche sul fronte dell’aerodinamica, con lunghe sessioni in galleria del vento, che rendevano l’auto molto efficiente sul piano della deportanza. La bontà del pacchetto viene testimoniata dai risultati.

I team Opel del campionato ITC 1996

Opel Calibra V6 4x4
Opel-Motorsport, ITC Team Joest – Manuel Reuter auf Opel Calibra (1996)

L’impegno in pista dell’Opel Calibra V6 4×4 nell’ITC 1996 prese forma con le squadre ufficiali Joest, Rosberg e Zakspeed. Ad esse si affiancava un team privato.

Joest

Pilota numero 7 – Manuel Reuter (D, campione ITC)

Pilota numero 8 – Oliver Gavin (GB)

Pilota numero 24 – Yannick Dalmas (F)

Pilota numero 25 – Alexander Wurz (A), Tony Kanaan1 (BR)

Pilota numero 27 – Masanori Sekiya1 (J)

Rosberg

Pilota numero 43 – JJ Lehto (FIN)

Pilota numero 44 – Hans-Joachim Stuck (D)

Zakspeed

Pilota numero 16 – Uwe Alzen (D)

Pilota numero 17 – Klaus Ludwig (D)

Pilota numero 23 – Volker Strycek1 (D)

Giudici (Team privato)

Pilota numero 13 – Gianni Giudici (I)

Foto | Opel

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento