in

Ormai la Petrol mafia affianca il traffico di droga

Un business criminale così avanzato da andare di pari passo con quello degli stupefacenti

Ormai la Petrol mafia affianca il traffico di droga

Dai Narcos che distribuivano cocaina nel mondo all’evasione fiscale nel settore carburanti.  Più a trasformazione fittizia del gasolio agricolo in gasolio per autotrazione. Ormai la Petrol mafia affianca il traffico di droga. Un film? No. “L’infiltrazione mafiosa nel settore della commercializzazione degli idrocarburi è uno degli aspetti più significativi dell’evoluzione dei gruppi criminali”. Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho. Era in videocollegamento con il Palazzo di giustizia di Potenza. Nel corso della conferenza stampa sull’operazione che ha portato a 45 misure cautelari.

“Nel settore degli idrocarburi – ha specificato Cafiero De Raho – il guadagno è del 50 per cento di quello che è stato investito e poi c’è l’abbassamento del rischio rispetto al profitto, ad esempio, per ciò che riguarda il traffico di sostanze stupefacenti”.

La Petrol mafia affianca il traffico di droga: ecco perché

Attenzione: il procuratore nazionale ha messo in evidenza come questa operazione sia importantissima anche in riferimento al reinvestimento da parte delle organizzazioni criminali, come camorra e ‘ndrangheta, nella commercializzazione degli idrocarburi.

Come noto, “le organizzazioni mafiose hanno un’importante capacità di monitoraggio del mercato e si insinuano dove è più redditizio”, spiega De Raho. L’operazione non per nulla si chiama “Febbre dell’oro nero”.

C’è un altro aspetto di grande rilevanza. Lo fa notare Staffetta Quotidiana: per la stampa generalista, l’interesse per l’inchiesta Petrol-Mafie si è limitato sostanzialmente ad Anna Bettozzi e Lele Mora. Ma le ordinanze dei pubblici ministeri sono una miniera di informazioni su come, secondo la procura, funzionava il “giro”, sulla pervasività dell’organizzazione criminale era enorme.

I reati contestati sono quelli di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione a delinquere finalizzata alla commissione di frodi in materia di accise e Iva negli oli minerali, intestazione fittizia di beni e società, riciclaggio e autoriciclaggio, nonché impiego di denaro di provenienza illecita.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento