in

La DS E-Tense FE21 con Vergne vince il primo ePrix Roma

Spettacolare gran premio elettrico nella Città Eterna, per il terzo round del campionato mondiale ABB FIA Formula E

La DS E-Tense FE21 con Vergne vince il primo ePrix Roma

Una gara degna di una capitale mondiale come Roma. Sul nuovo circuito della Città Eterna, dove si è svolto il terzo round del campionato mondiale ABB FIA Formula E, vince La DS E-Tense FE21 con Jean-Éric Vergne. Entrambi hanno vissuto momenti complicati durante i test, per poi regalare una corsa spettacolare, che ha portato alla vittoria. Era il primo ePrix Roma, cui ne seguirà un secondo.

Parliamo della monoposto elettrica equipaggiata con il nuovissimo propulsore sviluppato da DS Performance in collaborazione con il suo partner Techeetah (cinesi). Lanciata dietro la Safety Car su una pista leggermente bagnata, la corsa è stata una battaglia tra i leader con molteplici cambi di posizione.

Primo ePrix di Roma: pirotecnico

Dopo cinque minuti, la Safety Car è uscita di scena. Andre Lotterer della Porsche ha cercato di sorpassare il leader Vandoorne, mentre Bird è passato in nona posizione. Per impedire il sorpasso di Lotterer, Vandoorne ha chiuso la curva. Risultato: collisione tra le loro auto. I due piloti dei team coinvolti, Porsche e Mercedes-EQ, sono precipitati al 7° e al 13° posto lasciando la possibilità a Oliver Rowland, di Nissan e.dams, di andare al comando.

Per via dell’asfalto bagnato, i piloti sono stati costretti a uscire dalla traiettoria di gara per trovare la giusta aderenza. Al leader di gara è stata inflitta una penalità “drive-through” per aver utilizzato troppa potenza: probabilmente ha superato i 200 kW: passa Di Grassi.

Vergne è stato coraggioso ad attivare l’Attack Mode: il pilota dovrà premere l’apposito pulsante sul volante e transitare in una zona di attivazione definita, fuori dalla traiettoria di gara. In questo modo, otterrà 25 kW in più di potenza. Quelli che si aggiudicano la velocità in più possono sfruttarla per alcuni giri, quando vogliono correre più forte, in modo da guadagnare terreno sugli avversari.  Un contatto tra De Vries e l’Audi di Di Grassi ha permesso a DS di staccarsi e assumere il comando.

Al 20° giro Di Grassi ha sferrato un attacco al leader Vergne alla Curva 4 e si è così assicurato la prima posizione. Non è riuscito però a staccarsi dal gruppo e al 21° giro ha rallentato a causa di un problema tecnico. La gara si è effettivamente fermata lì, dietro la Safety Car con Vergne seguito da Bird, che era risalito dal 10° posto, e il suo compagno di squadra Mitch Evans: due Jaguar al secondo e terzo posto. Questa prima vittoria dell’anno per il francese gli ha anche permesso di collezionare punti utili per la classifica piloti dove si trova ora al 5 ° posto.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento