in

Vincent Cobée, CEO di Citroën: “Una C4 su due può essere elettrica già in questa generazione”

Il CEO di Citroen Vincent Cobee ritiene che la ripresa sarà costruita con un’identità di marca più focalizzata e un focus costante sull’elettrificazione

e-c4

Dopo una carriera di successo lavorando principalmente per l’Alleanza Renault-Nissan, Vincent Cobee è passato al rivale PSA (ora Stellantis dopo la recente fusione con Fiat Chrysler Automobiles), dove è diventato chief executive officer (CEO) di Citroën per poco più di un anno. Il nuovo numero uno di Citroen ritiene che la ripresa sarà costruita con un’identità di marca più focalizzata e un focus costante sull’elettrificazione. Come si può vedere, ad esempio, nella Citroën C4 lanciata di recente, la cui versione elettrica pensa potrebbe valere la metà delle vendite europee di questo modello anche durante questa nuova generazione.

A proposito del futuro di Citroen, Cobee ha dichiarato: ” Più marchi ci sono nello stesso gruppo, più definito e credibile deve essere il messaggio di ciascuno di essi. Questo è un percorso in cui Citroën è stata forte e diventerà ancora più coerente. L’aumento della concorrenza interna fa acuire i sensi e ci obbliga ad essere estremamente coerenti con i nostri valori. Inoltre, Carlos Tavares è molto chiaro nel suo pensiero che migliori sono i risultati di un marchio, maggiore è il potere contrattuale che gli viene attribuito.”

Vincent Cobee ha poi continuato dicendo: “Negli ultimi cinque anni Citroën ha effettuato un importante riposizionamento con la nuova generazione di modelli come C3, Berlingo, C3 Aircross,  C5 Aircross, ma anche con nuovi servizi che ci hanno permesso di migliorare la competitività del nostro marchio.”

“Non è un segreto la forte domanda di SUV e carrozzerie crossover e stiamo adattando la nostra offerta tenendo a mente questa priorità. Nel caso della nuova C4, c’è una chiara evoluzione in termini di linguaggio del design, insieme a una posizione di guida più elevata, un aumento del benessere e del comfort a bordo (storicamente uno dei valori fondamentali di Citroën) e, naturalmente, la libertà di scegliere tra tre diversi sistemi di propulsione (benzina, diesel ed elettrico) con la stessa base del veicolo. Credo che Citroën sia al suo meglio con questo modello.”

Ti potrebbe interessare: Nuova Citroën C5: ecco l’ultimo prototipo avvistato in foto spia

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI