in

Dodge Charger SRT Hellcat: ecco il rendering della versione coupé

Il progetto digitale è stato dotato anche di un kit widebody

Dodge Charger SRT Hellcat coupé render

Anche se l’attuale generazione della Dodge Charger è una berlina di medie dimensioni con quattro posti a sedere, molti ricorderanno sicuramente che originariamente era una coupé a due porte. Dal 1966 fino al 2006, infatti, le Charger a quattro porte non esistevano.

La sesta generazione del modello, basata sulla piattaforma LX di Chrysler, però ha trasformato completamente la vettura. C’è chi pensa che il marchio di Stellantis avrebbe dovuto mantenere il nome Charger per l’attuale Challenger ma purtroppo così non è stato.

Dodge Charger SRT Hellcat coupé render
Dodge Charger SRT Hellcat coupé tre quarti posteriore

Dodge Charger SRT Hellcat: un designer ha immaginato in render la versione coupé

Nonostante siano passati diversi anni, la Dodge Charger di seconda generazione, ad esempio, è ancora molto apprezzata dagli americani, principalmente perché è stata protagonista in diversi film fra cui Hazzard sotto forma del Generale Lee.

Ad ogni modo, il designer Rostislav Prokop ha realizzato un progetto digitale in cui ha immaginato come sarebbe una Dodge Charger SRT Hellcat in versione coupé a due porte e con kit widebody. Nello specifico, il concept è dotato di un’altezza da terra ridotta, dei grandi cerchi, una linea del tetto inclinata, un montante posteriore ridisegnato, un corpo più largo e un posteriore più corto.

Il risultato finale è una Charger sorprendentemente sportiva, anche se non iconica come la Challenger attuale. Inoltre, la parte frontale della Dodge Charger riesce a sposarsi perfettamente con il corpo da coupé a due porte più piccolo, soprattutto per le luci di marcia diurna a LED dall’aspetto aggressivo e per i parafanghi più larghi grazie al kit widebody.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento