in

Due nuove Dodge Viper sono state vendute nel primo trimestre del 2021

Nonostante sia andata fuori produzione nell’agosto del 2017, Dodge Viper continua a raccogliere vendite anche nel primo trimestre 2021

Nonostante sia andata fuori produzione nell’agosto del 2017, Dodge Viper continua a raccogliere vendite. Anche nel  primo trimestre del 2021, i cui dati di vendita sono stati rivelati da Fiat Chrysler USA nelle scorse ore, Dodge Viper ha collezionato un totale di due vendite. Questa è già la metà del volume totale venduto lo scorso anno quando la supercar con motore V10 ha generato quattro vendite, rispetto alle cinque del 2019 e alle 19 del 2018.

Siamo sbalorditi che la Dodge Viper sia ancora nelle classifiche di vendita considerando che l’auto finale è stata costruita nello stabilimento di assemblaggio di Conner Avenue nell’agosto 2017. Anche questo dimostra quando ancora oggi sia amata questa auto e fa capire come mai in tanti si domandano se in futuro Stellantis valuterà se portare sul mercato una nuova generazione magari in versione elettrificata.

Dodge Viper tra l’altro non è nemmeno l’unica auto uscita di produzione che continua a vendere unità in casa Stellantis in USA nel primo trimestre del 2021. Anche Fiat 124 Spider è tecnicamente morta poiché non è disponibile una 2021MY, ma la Fiat sta eliminando le scorte rimanenti. A gennaio, febbraio e marzo sono state consegnate 477 unità della spider italiana nata in collaborazione con Mazda, il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Infine segnaliamo che sebbene non sia ancora fuori produzione, l’ Alfa Romeo 4C è il modello meno popolare venduto da Stellantis in Nord America se escludiamo le auto zombi. Nel primo trimestre del 2021 sono state consegnate solo 24 auto.

Ti potrebbe interessare: Dodge Challenger è la seconda muscle car più venduta negli Stati Uniti a marzo

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento