in

Brasile: la flotta di veicoli è invecchiata parecchio negli ultimi anni

La presenza di vecchie auto su strada aumenta il rischio di incidenti e delle emissioni

Brasile flotta veicoli

La flotta di veicoli in Brasile è tornata ad invecchiare nel 2021 ed è attualmente la più vecchia degli ultimi 25 anni. Con un’età media di 10,2 anni, il volume dei veicoli in circolazione nel grande paese sudamericano non supera quello del 1995, quando la flotta aveva 10,3 anni (in media). Questi dati sono stati rivelati attraverso uno studio condotto dal Sindicato Nacional da Indústria de Componentes para Veículos Automotores (Sindipeças).

Esso indica che l’aumento dell’età media della flotta brasiliana è dovuto principalmente dal coronavirus, il quale ha provocato pesanti danni al mercato automobilistico locale. Con 38,1 milioni di auto in circolazione (senza contare quelle in fase di demolizione), il Brasile ha visto la sua flotta crescere solo dello 0,5% dal 2019 fino ad oggi.

Brasile, ci sono 38,1 milioni di veicoli in circolazione sulle strade del paese sudamericano

Brasile: la flotta di veicoli ora ha un’età media di 10,2 anni

Il paese ha attualmente la sesta flotta di veicoli più grande al mondo, posizionandosi dopo Stati Uniti, Cina, Giappone, Russia e Germania. La presenza di una flotta più vecchia si traduce in un inquinamento maggiore e in un aumento degli incidenti.

Elias Mufarej, presidente di Sindipeças, ha dichiarato: “È più probabile che le auto più vecchie presentino difetti e causino incidenti, lentezza nel traffico ed emettano più sostanze inquinanti se non viene eseguita una corretta manutenzione“.

Nel 2013, il Brasile era entrato in una fase di ringiovanimento della sua flotta di vetture, raggiungendo un’età media di 8,6 anni. Dall’ora, la crisi economica ha riportato l’invecchiamento e la flotta è tornata ai livelli di 25 anni fa.

Con il settore automobilistico quasi completamente out nel 2020, l’invecchiamento è stato accentuato ulteriormente. Inoltre, l’aumento della disoccupazione e delle incertezze per il futuro, principalmente a causa della mancanza di garanzie di una rapida vaccinazione contro il nuovo coronavirus, ha fatto sì che la fiducia dei consumatori nell’acquisto di un’auto nuova sia diminuita.

Perciò, molti consumatori decidono di non comperare una nuova vettura, contribuendo a un ulteriore invecchiamento della flotta. Un altro fattore che influisce è la crescita delle vendite di auto usate.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento