in

Acquisto auto usata: Km, cinghia e tutte le cose da controllare e alcuni suggerimenti

Acquistare un veicolo di seconda mano espone l’acquirente a rischi non secondari soprattutto se non si è esperti di auto.

comprare-auto-usata-da-un-privato-o-concessionario-i-pro-e-contro-cosa-conviene-scegliere

La compravendita di veicoli tra privati o l’acquisto di un veicolo di seconda mano è largamente diffuso. C’è chi non può permettersi un veicolo nuovo per una questione economica, oppure c’è quello che reputa l’acquisto di un veicolo nuovo un investimento negativo vista la rapidità con cui i veicoli svalutano. A prescindere dal motivo che spinge un individuo a scegliere l’auto di seconda mano, oggi possiamo dire che nel settore delle auto usate la scelta è vasta forse di più che tra i veicoli nuovi di fabbrica.

In base al proprio portafogli si può scegliere una auto a piacimento, così come in base alla proprie esigenze, perché il mercato dei veicoli usati è vasto in tutti i segmenti, dalle utilitarie ai veicoli di grossa cilindrata, dai Suv ai Crossover.

Ma dietro l’acquisto di un veicolo usato si possono nascondere trabocchetti. In pratica, anche se il prezzo è conveniente non sempre si fa un affare. Vediamo con una sintetica guida le cose che occorre sapere e soprattutto controllare per verificare se sia o meno il caso di comprare il veicolo usato che ci troviamo davanti, in caso di un’ Alfa usata ancora di più.

AlfaRomeo Giulietta usata

Prezzo ma non solo, l’acquisto di auto usata è da effettuare con attenzione

In linea di massima quando si dice che una persona ha fatto un affare acquistando un veicolo usato ci si riferisce sia al prezzo che allo stato del veicolo. Un veicolo acquistato sotto quotazione ma in perfetto stato, appartenuto ad una persona attenta o che ha utilizzato poco il veicolo è l’affare degli affari. Ma nel mercato delle auto usate non sempre si fanno affari, anzi a volte si prendono sonore “fregature”.

Se pagare un veicolo più di quanto quota è un errore che può essere ammortizzato dallo stato del veicolo, che se mantenuto bene non da problemi successivi all’acquisto, peggio accade se nonostante un prezzo inferiore alla quotazione si è comperato un veicolo danneggiato o che presenta problemi piuttosto seri. In questo caso il risparmio in termini di costo di acquisto potrebbe presto essere perduto fino a rimetterci dalle successive visite del veicolo da autofficine e carrozzerie.

In genere, se l’acquisto del veicolo è un affare tra privati, nei contratti sia preliminari che definitivi di vendita, si inserisce la clausola vista e piaciuta.

È un modo con cui chi cede il veicolo evita problemi successivi che l’acquirente potrebbe sollevare su eventuali danni che usciranno sul veicolo.

Con questa clausola l’acquirente accetta il veicolo così come lo ha visto, senza avere la possibilità di accusare l’acquirente di avergli venduto un veicolo non funzionante o con gravi problemi.

Una situazione che sicuramente è molto diffusa, soprattutto quando l’acquirente non è esperto di auto e soprattutto non è esperto di meccanica.

Per questo con acquisti tra privati, l’acquirente farebbe bene a farsi assistere da un meccanico di sua fiducia o quanto meno da uno che se ne intende, che nel momento dell’acquisto sa dove andare a controllare il reale stato di salute del veicolo.

Puoi ricevere consigli sull’acquisto di una Alfa Romeo Giulietta Usata anche nel nostro Forum Alfa Romeo.

Meglio la concessionaria anche se di veicoli usati

Che sia sconsigliabile l’acquisto tra privati non è del tutto vero, perché dal punto di vista del prezzo spesso tra privati si risparmia rispetto all’acquisto presso un rivenditore di veicoli usati.

Ma dal concessionario si può spuntare più di qualcosa, come per esempio, un “treno” di gomme nuove, una cinghia di distribuzione sostituita nel prezzo di acquisto e soprattutto una garanzia sul veicolo, che non arriverà ad essere come quella che offrono le case costruttrici dei veicoli nuovi di fabbrica, ma che aiuta ad essere coperti per 12 mesi almeno da eventuali anomalie del veicolo distaccate dall’utilizzo che se ne fa.

La crisi del settore ha prodotto il cambio di rotta del mercato che è diventato più favorevole all’acquirente dal momento che oggi giorno è facile trovare buoni veicoli con un buon rapporto qualità-prezzo in tutti i settori.

Una cosa da controllare a prima vista sono i Km. Le pratiche illecite e poco virtuose che per anni le concessionarie di auto hanno adottato adesso sono più difficili da utilizzare. Infatti con la revisione obbligatoria i dati circa i Km che ha un veicolo vengono riportati nelle banche dati e quindi è più facile controllare i reali Km che ha un veicolo.

Dal punto di vista del prezzo, un veicolo usato si svaluta meno rispetto ad uno nuovo, e più vecchio è più si livella il prezzo tra auto di categorie diverse. Il valore commerciale di un’auto usata si basa sul prezzo originale del veicolo, sull’età del veicolo, sui Km, sulla manutenzione e sulle sue condizioni.

Il chilometraggio è un fattore importante da controllare in sede di acquisto. Nonostante l’evoluzione dei motori, con quelli moderni che durano tanto, un veicolo sopra i 100.000 Km cala notevolmente di valore.

Sempre quando si sta per acquistare una auto usata, va controllata la carrozzeria per vedere se ci sono ammaccature, graffi e ruggine. Inoltre va controllato lo stato degli interni dell’auto e se il loro stato combacia con i dati riportati sul libretto di manutenzione e sui certificati di revisione.

La data dell’ultima revisione è molto importante perché se è recente ma il veicolo presenta segni di usura molto marcati, probabilmente c’è qualcosa che non va nell’auto.

E poi ci sono alcuni trucchi molto utili soprattutto se si compera una auto da un privato. L’apertura del vano motore è necessaria per verificare se sono presenti tracce di olio o di altri liquidi presenti sulle parti meccaniche.

Una auto con una certa età che ha un motore pulitissimo può nascondere il fatto che per evitare l’evidenza di alcuni problemi, il proprietario ha provveduto a lavarlo. Un trucco atto a persuadere l’acquirente a completare l’acquisto.

Altre azioni da eseguire come verifica sono il controllo del tappo di riempimento dell’olio che se ha della schiuma bianca sotto può mettere in luce problemi alla testata. Oppure se il liquido refrigerante è ancora integro o è di colore nero perché macchiato dall’olio.

Il ruotare il volante per controllare le gomme è importantissimo perché se il consumo degli pneumatici è maggiore nella parte interna, il veicolo potrebbe avere problemi alle sospensioni o al tirante.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento