in

Il 12 marzo del 1947 nasceva la prima Ferrari

Il 12 marzo del 1947 Enzo Ferrari usciva dai cancelli della sede di Maranello a bordo della prima 125 S

Ferrari 125 S

La genesi del mito supera i 70 anni e all’anagrafe si chiama Ferrari, frutto dell’ingegno e della pazza idea di un Enzo Ferrari che si era messo in testa di ragionare su quattro ruote dando vita ad un emblema italiano volto a conquistare il mondo intero. È il 12 marzo del 1947 quando Enzo Ferrari esce dai cancelli della sua Scuderia di Maranello a bordo di una creatura nuda e cruda che sarebbe stata la nota 125 S ovvero la primissima vettura del Cavallino Rampante.

Proprio quel Cavallino Rampante ricevuto in dono nel 1923 dalla madre di Francesco Baracca, aviatore del Primo Conflitto Mondiale, è il simbolo dell’essere Ferrari che da quel 12 marzo di 74 anni fa riempie gli occhi e i cuori degli appassionati. Nonostante quella che sarebbe stata la Scuderia Ferrari verrà fondata già nel 1929, si fa risalire proprio al 12 marzo del 1947 l’epopea del buon Enzo visto che nel 1929 Ferrari è parte di Alfa Romeo nel mondo delle corse di allora.

Due soli esemplari prodotti

Per porre fine ad ogni rapporto con Alfa Romeo bisogna quindi attendere il 1939. A quel tempo la Scuderia di Enzo Ferrari era nota col nome di Auto Avio Costruzioni: il Drake non poteva utilizzare il suo cognome a causa di obblighi contrattuali già in essere con Alfa Romeo che vennero meno però subito dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale. Enzo, trasferitosi nel frattempo da Modena a Maranello, fonda proprio il 12 marzo del 1974 la Auto Costruzioni Ferrari.

Ferrari 125 S

La Ferrari 125 S, primissima creatura del Cavallino Rampante, viene condotta in gara per la prima volta già l’11 maggio del 1947 presso il Circuito di Piacenza dal pilota e collaudatore Franco Cortese. Il primo pilota della Scuderia si ritirerà però per un guasto alla pompa del carburante quando si trovava davanti a tutti, Enzo Ferrari ammise: “è stato un insuccesso promettente”. D’altronde Ferrari ci aveva visto lungo, come sempre, visto che le possibilità per il futuro erano di eccellente portata: nel giro di due settimane la 125 S trionfava a Roma sempre tra le mani del medesimo Franco Cortese vincitore sul tracciato delle Terme di Caracalla.

Ferrari riuscirà a realizzare solamente due esemplari della 125 S ribattezzati come Chassis 01 e Chassis 02: un complessivo sufficiente a fornire i natali ad un marchio che è una fede per gli appassionati. Un futuro probabilmente difficilmente immaginabile da Enzo Ferrari che comunque aveva previsto per i due telai della 125 S differenze sostanziali: lo 01 Ala Spessa presentava una carrozzeria barchetta con ruote coperte, lo 02 125 S Competizione aveva ottenuto invece una carrozzeria allungata con ruote scoperte. In entrambi i casi sotto il cofano c’era però un propulsore 12 cilindri con potenze pari a 90 cavalli, per lo 01, e 120 cavalli per lo 02. La realizzazione prevedeva vetture destinate a vincere sui campi di gara: il comfort era un dato assolutamente marginale.

Ferrari 125 S

La Ferrari 125 S nata il 12 marzo di 74 anni fa vince in Italia 6 appuntamenti su 13 ai quali aveva partecipato, giungendo a podio in ulteriori due eventi contro costruttori affermatissimi allora come Alfa Romeo o Maserati. La Ferrari cominciò sin da allora a guadagnarsi la fiducia di nomi del calibro di Giuseppe Farina e Tazio Nuvolari.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento