in

PSA: il motore 1.2 Puretech Turbo provoca ancora preoccupazione tra i clienti

Il motore 1.2 puretech turbo di PSA continua a dare problemi dopo il maxi richiamo dei mesi scorsi

Motore 1.2 Puretech
Motore 1.2 Puretech

Nonostante sia stato rilasciato nel 2013, il motore 1.2 Puretech Turbo provoca ancora molta preoccupazione tra i proprietari di auto e i produttori dell’ex gruppo PSA (Stellantis) le cui spese di garanzia stanno aumentando. A gennaio vi abbiamo rivelato che Citroën, DS e Peugeot hanno richiamato 220.000 modelli prodotti da marzo 2013 ad aprile 2017. La causa del richiamo è stata il degrado prematuro dell’olio motore che porta all’usura della cinghia di distribuzione. Rompendosi, quest’ultima intasa la pompa, il che spiega la perdita di efficienza dell’impianto frenante e gli incidenti registrati. Di conseguenza, i tre marchi sono stati obbligati ad avviare un’azione di richiamo, nota come azione di sicurezza.

Per mancanza di spiegazioni tecniche da parte dei costruttori, abbiamo indagato e scoperto che la cinghia di distribuzione è stata modificata nell’aprile 2017. In quella data è stato rimosso il telo che costituisce la parte posteriore della cinghia perché, disintegrandosi, i residui intasano la pompa. Tuttavia, il problema di fondo persiste sui modelli prodotti in seguito. A riprova, le note tecniche relative alla nuova Peugeot 208 e altre. Da gennaio, i produttori hanno implementato una griglia di supporto per la cinghia di distribuzione. Logicamente si accollano il 100% del costo dei ricambi e della manodopera per i veicoli di età inferiore a 6 anni o inferiore a 100.000 km, a seconda di quale condizione si verifica per prima.

L’origine di questo problema è legata al rapido degrado dell’olio, principalmente su veicoli usati poco (meno di 15.000 km) e per lo più ad uso urbano. In questo contesto di utilizzo, il motore 1.2 PureTech è soggetto a diluizione d’olio, cioè goccioline fini di carburante incombusto scorrono lungo la parete del cilindro e si mescolano nel carter inferiore. Di conseguenza, questa miscela ha un carattere abrasivo per il nastro che spiega la sua usura. In mancanza di una soluzione tecnica per evitarlo, l’unico modo per preservare la cinghia è svuotare il motore ogni anno.

Ti potrebbe interessare: Peugeot e il nuovo logo per il resto della gamma: nel 2023 si completerà il cambio di identità

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento