in

Stazioni ricarica auto elettriche: standard o ad alta potenza

Come classificarle e dove trovarle

ionity

Stazioni ricarica auto elettriche: standard o ad alta potenza. Come classificarle e dove trovarle. In particolare quando privilegiare l’installazione di sistemi di ricarica accessibile al pubblico “standard” di tipo “quick” (22kW)? E quando invece puntare sull’installazione di sistemi di ricarica accessibile al pubblico ad alta potenza (almeno 50 kW)? Tipo Ionity, ad alta potenza, che vanno alla grande. Le risposte le dà Motus-E, la prima associazione in Italia costituita da operatori industriali, filiera automotive, mondo accademico e movimenti di opinione. Obiettivo, il cambiamento verso la mobilità elettrica.

Stazioni ricarica auto elettriche: dove piazzare le standard

Al lato delle strade in prossimità di aree di sosta. Target: fornire la possibilità di caricare durante la sosta notturna ai veicoli ricaricabili che non possano sostare in un parcheggio/box privato.

Parcheggi di interscambio. Caricare durante la sosta diurna i veicoli degli utenti che raggiungono i grossi centri urbani con il proprio mezzo. Poi vanno a piedi o utilizzano mezzi pubblici.

Punti di interesse (o poli attrattori di traffico): caricare durante una sosta della durata media di un paio d’ore già programmata.

Aggiungiamo che occorre fare la massima attenzione agli atti di vandalismo, da punire severamente: utili le telecamere puntate.

Ricarica ad alta potenza: in quali zone

Aree di servizio di strade ad alto scorrimento o autostrade. Sì, per ricaricare rapidamente il veicolo per percorrenze superiori all’autonomia massima del veicolo. Alternativa: aree di servizio localizzate in prossimità dei caselli di ingresso/uscita.

Stazioni ferroviarie, aeroporti e nodi del trasporto pubblico locale ed extraurbano: per garantire l’utilizzo promiscuo dei sistemi di ricarica (taxi, flotte in sharing, privati).

Aree di carico/scarico merci e nodi logistici per rottura del carico: riguarda i veicoli destinati alla consegna di merci in ambito urbano con stalli di sosta compatibili con veicoli commerciali con carico fino a 3,5 tonnellate.

Efficienti e senza altre auto: le zone di ricarica

Chiaramente, tutto questo funziona se le stazioni per fare il pieno elettrico sono efficienti e libere: no alla inciviltà di chi ha un’auto a benzina o diesel e parcheggia in un’area di ricarica. No anche alle auto elettriche che, già col pieno finito da tempo, sostano senza averne la necessità dove c’è una colonnina.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento