in

La produzione di Opel Mokka-e torna alla normalità

Secondo Michael Lohscheller, CEO di Opel, i problemi di consegna con la Mokka-e appartengono al passato

Opel Mokka-e

Secondo Michael Lohscheller, CEO di Opel, i problemi di consegna con la Mokka-e appartengono al passato. In un’intervista, Lohscheller ha affermato che qualsiasi cliente che ordina un Mokka-e ora dovrebbe comunque ricevere il proprio veicolo nel 2021. Poiché la produzione è aumentata in Francia, i tempi di consegna saranno notevolmente migliorati “Abbiamo una situazione degli ordini molto buona per il Mokka e per alcune linee di equipaggiamento della versione elettrica abbiamo effettivamente esaurito le scorte fino a settembre”, ha detto Lohscheller ai media tedeschi.

Secondo Michael Lohscheller, CEO di Opel, i problemi di consegna con la Mokka-e appartengono al passato

“Tuttavia, abbiamo apportato miglioramenti. Ogni cliente che ordina un Mokka-e ora lo riceverà quest’anno. Quindi: l’auto è disponibile per l’ordine e la consegna, in tutte le varianti. ” Un portavoce Opel ha confermato le informazioni al portale Autohaus. I rivenditori sono stati informati della piena disponibilità della Mokka-e lunedì sera, ha detto.

Si tratta di dichiarazioni sorprendenti. Infatti in occasione della presentazione della Mokka-e all’inizio del mese, i dipendenti Opel hanno dichiarato che la data di consegna non vincolante per i nuovi ordini sarebbe già marzo 2022. Le parti interessate dovrebbero quindi effettuare un ordine vincolante il prima possibile. Con un po’ di fortuna, il veicolo potrebbe anche raggiungere il cliente prima, hanno detto circa due settimane fa.

Secondo Lohscheller, il percorso era stato fissato “affinché il nuovo Mokka fosse un completo successo”. Nonostante la domanda, il capo Opel non ha confermato le cancellazioni degli ordini dei clienti per la Mokka-e che erano state menzionate nei resoconti dei media nel frattempo. Invece, il capo Opel ha parlato di concessionari “decisamente euforici”. “Per noi, il Mokka è un faro, una locomotiva per l’intero marchio”, ha detto Lohscheller. “E un simbolo per la nostra nuova fiducia in noi stessi.”

Lohscheller ha proseguito affermando che, a suo avviso, due punti importanti su tre per i clienti con auto elettriche erano già stati risolti: l’autonomia e, grazie ai sussidi governativi, il prezzo. Il terzo problema, quello che riguarda l’infrastruttura di ricarica, ha detto, “non è stata ancora risolta per tutti. Le persone devono avere la buona sensazione di poter caricare sulla strada in qualsiasi momento, questo è fondamentale”, ha detto Lohscheller. “Abbiamo bisogno di più stazioni, soprattutto perché il numero di veicoli sta crescendo vertiginosamente”.

Ti potrebbe interessare: Opel assicura che le sue auto elettriche sono adatte alle zone montuose

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento