in

Ecco chi è Béatrice Foucher, CEO di DS Automobiles

Ecco chi è Béatrice Foucher che da un anno ricopre la carica di amministratore delegato di DS Automobiles

Béatrice Foucher
Béatrice Foucher

Laureata in AgroParisTech e ESCP Europe in gestione della qualità, Béatrice Foucher conosce Renault come il palmo della sua mano, avendo trascorso tutta la sua carriera lì quando è entrata a far parte di essa all’età di 25 anni. Ma è proprio PSA che l’ha reclutata nell’aprile 2019 prima di nominarla nel gennaio 2020 per raccogliere una grande sfida, imporre il marchio premium DS Automobiles, nel segmento dei veicoli ibridi ed elettrici.

Poche donne sono attratte dal settore automobilistico e poche riescono a trovare la strada giusta per ottenere posizioni di leadership operativa. In questo senso, Béatrice Foucher è un’eccezione. Non ha avuto remore a entrare in un settore molto maschile. L’automobile l’ha sempre attratta e l’integrazione in questo tipo di industria l’ha interessata.

Assunta in Renault durante l’era di Louis Schweizer durante la quale il gruppo era in una fase di crescita interna ed esterna, ha poi lavorato nell’ambito delle relazioni Renault-Nissan-Mitsubishi, terminando con la posizione di talent manager nelle risorse umane a livello di Alleanza. Una posizione che ha ricoperto anche in PSA per alcuni mesi prima di passare alla direzione del marchio DS Automobiles un anno fa. Questa professionista della pianificazione automobilistica era direttore del programma di veicoli elettrici del gruppo Renault, a cui apparteneva Zoe. Un motivo in più perché il suo profilo sia più che apprezzato da Carlos Tavares che l’aveva già incontrata quando lavorava alla Renault.

Possiamo dire che Béatrice Foucher ha accettato una missione quasi impossibile. Il marchio DS è ancora molto piccolo rispetto ai marchi Peugeot, Opel o Citroën, per non parlare di quelli che si uniranno nel nuovo gruppo Stellantis. Béatrice Foucher, tuttavia, ha tutto il tempo per costruire il futuro di DS. Carlos Tavares ha infatti lasciato le redini a Béatrice Foucher ricordando che un marchio premium impiega circa vent’anni per affermarsi. Tuttavia DS è diventata una casa automobilistica vera e propria da soli 7 anni e sta appena raggiungendo l’età della ragione. I dieci anni a venire saranno quindi essenziali.

Béatrice Foucher ha obiettivi prioritari per raggiungere il suo scopo. Innanzitutto, sviluppare le vendite per un marchio che vende circa 65.000 veicoli all’anno, che rimane modesto nel panorama automobilistico globale. Questi veicoli sono quasi tutti venduti in Francia, ma la crescita dipende anche dall’export, in particolare dalla Cina, un mercato accogliente per i marchi premium, ma dove resta tutto da fare, in particolare per quanto riguarda i veicoli elettrici. Per raggiungere questo obiettivo, è essenziale avere successo con i lanci attuali, una sfida perché la gamma comprende solo quattro modelli: DS3 Crossback (opzione elettrica) e DS7 Crossback (ibrido plug-in).

Il nuovo DS9 su cui si basano molte speranze è anche un ibrido plug-in con un potente motore. Finalmente la nuova DS4 sarà disponibile nel corso dell’anno. Prodotto in Germania, beneficia di una nuova piattaforma, un motore ibrido e gli ultimi gadget per la connettività.

Il nuovo capo ha anche altre questioni importanti sulla sua scrivania con lo studio e persino la revisione del sistema di distribuzione, gestione industriale e inventario. Infine, non bisogna trascurare il tempo per adeguarsi a una nuova azienda la cui cultura è necessariamente diversa dalla precedente. Alla Renault, c’è stato un vero shock culturale nel 1999 con Nissan, che ha provocato un apprendistato lungo, interessante e istruttivo secondo Béatrice Foucher. In PSA, cambiamento di atmosfera, con una cultura di origine familiare, fusioni e un’apertura, tutto questo finora fatto per fasi. Una vera sfida attende quindi l’azienda con il nuovo gruppo Stellantis.

Ti potrebbe interessare: DS 7 Crossback: annunciata la nuova ispirazione Performance Line Pelle

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI