in ,

Alfa Romeo: vendite quasi dimezzate in Europa a gennaio

I dati definitivi confermano il crollo di Alfa Romeo in Europa. Meno di 2.000 unità vendute a gennaio

Come abbiamo visto già la scorsa settimana, Alfa Romeo ha raccolto risultati particolarmente negativi nei principali mercati europei a gennaio 2021. In queste ore sono arrivati anche i dati di vendita completi relativi a tutto il mercato europeo (UE + UK + Efta). I numeri confermano quanto era già stato indicato in precedenza. Il mese di gennaio 2021 per Alfa Romeo è stato disastroso.

Il marchio, infatti, registra un netto peggioramento delle vendite rispetto a gennaio 2020, seguendo il trend dell’intero mercato europeo (in calo del -24% a gennaio). Il calo di Alfa Romeo è però nettamente più marcato. A gennaio, infatti, la casa italiana ha venduto appena 1.812 unità in Europa con 935 unità in Italia ed appena 877 unità vendute nel resto del continente.

Rispetto ai dati di gennaio 2020, quando il totale di unità vendute superò ampiamente quota 3 mila, Alfa Romeo fa segnare un calo percentuale del -46.7%. La quota di mercato del brand dopo il primo mese dell’anno è pari ad appena lo 0.2%, in calo rispetto allo 0.3% registrato nel corso dell’anno passato.

I risultati di Alfa Romeo nei principali mercati europei

Come sottolineato in precedenza, il primo mercato di Alfa Romeo è l’Italia. Nel nostro Paese, le vendite complessive del brand sono state pari a 935 unità con un calo del -48% nel confronto con i dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Anche in questo caso, Alfa Romeo ha registrato un risultato nettamente peggiore rispetto a quello dell’intero mercato, in calo del -14% nel corso del primo mese dell’anno.

Dati negativi arrivano anche dalla Germania, dove le vendite si fermano a 176 unità con un calo del -30% nel confronto con i dati dello scorso anno. Alfa Romeo frena anche in Spagna dove si ferma ad appena 142 unità vendute. In questo caso, il calo percentuale fatto registrare dal brand è pari al -46%. Da segnalare le 100 unità vendute in Svizzera, con un calo del -37.5%.

Crollano le vendite in Francia. Sul mercato francese, infatti, il brand si ferma a 79 unità vendute con un calo del -52% nel confronto con lo scorso anno. Dati molto negativi anche nel Regno Unito dove Alfa Romeo deve accontentarsi di 84 unità vendute e di un calo percentuale del -58% nel confronto con i dati raccolti nello stesso periodo di tempo.

Cosa succederà nei prossimi mesi

I prossimi mesi di Alfa Romeo continueranno ad essere difficile. In attesa di capire se i volumi di vendita continueranno ad essere inferiori a quota 2 mila unità vendute al mese, è importante sottolineare il fatto che, per ora, il marchio non ha novità in arrivo in tempi rapidi. Salvo sorprese, infatti, tutto è rimandato al secondo semestre.

A settembre, e non prima, dovrebbe esserci il debutto ufficiale dell’Alfa Romeo Tonale, il C-SUV che andrà a rimpiazzare la Giulietta. Il nuovo modello arriverà sul mercato soltanto tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. Non ci sono aggiornamenti sull’Alfa Romeo B-SUV. Il modello, che sarà prodotto in Polonia, non sarà pronto prima della seconda metà del 2022.

Nel frattempo, Alfa Romeo dovrebbe presentare i restyling di Giulia e Stelvio. Anche in questo caso, però, non ci sono tempistiche precise in merito al lancio di questi aggiornamenti. Le nuove versioni di Giulia e Stelvio dovrebbero introdurre le varianti ibride di cui si parla da tempo ma su cui ci sono pochi dettagli ufficiali.

Maggiori dettagli in merito alle vendite di Alfa Romeo arriveranno nel corso dei primi giorni del mese di marzo, con i dati relativi al mese di febbraio in Italia. Per un nuovo aggiornamento sulle vendite in Europa, invece, è necessario attendere la metà di marzo. Continuate a seguirci per tutte le novità sulle vendite del marchio.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento