in

Cashback Citroën manutenzione e riparazione post-vendita: come funziona

 Indirizzato a tutti i clienti, un piano che capitalizza le note dinamiche dell’operazione Cashback di Stato, rilanciando ulteriormente la convenienza

IL CASHBACK SECONDO CITROËN_LA PROMOZIONE DEDICATA A CHI PRENOTA ONLINE LA MANUTENZIONE PER LA SUA VETTURA (1)

Prosegue il Rimborso di Stato: paghi con carta di credito e una parte ti viene risarcita, così da limitare l’uso del contante. Adesso c’è anche Cashback Citroën manutenzione e riparazione post-vendita. Indirizzato a tutti i clienti, un piano che capitalizza le note dinamiche dell’operazione Cashback di Stato, rilanciando ulteriormente la convenienza, almeno così dice la Casa del Gruppo Stellantis.

Cashback Citroën: così si ha il rimborso

Prenotando online entro febbraio un appuntamento per la manutenzione o riparazione della propria vettura Citroën, viene garantito uno sconto immediato del 10%.

Cui segue un ulteriore 10% di sconto da utilizzare entro la fine dell’anno, nuovamente tramite prenotazione online.

Tutto dai riparatori autorizzati Citroën, che assicurano tutti i protocolli di sicurezza del momento.

Per il portafogli e per l’ambiente: Cashback Citroën

Si fa del bene al conto corrente e all’ambiente. Per ogni intervento che prevede l’utilizzo di un ricambio di economia circolare , Citroën si impegna a piantare un albero nell’ambito del progetto di riforestazione

C’è un risparmio del 40% rispetto al nuovo, sono ricambi rigenerati che mantengono la stessa qualità, ma riducono il consumo di energia del 50% e l’utilizzo di materie prime dell’80%.

Tutto in collaborazione con Faurecia Clarion Electronics: quadri strumenti e centraline per motore, veicolo e comandi al volante. Riparati sostituendo solo i componenti difettosi. Questa operazione comporta un risparmio dell’85% di emissioni di CO2.

Con ricambi riutilizzati, attingendo da un catalogo di 2 milioni di pezzi,  con un anno di garanzia. Sono prodotti originali riutilizzabili come, ad esempio, componenti di carrozzeria, specchietti, fari, vetri.

Cashback, regole da vedere per chi fa benzina

Come ClubAlfa ha subito denunciato, le regole del Cashback sono da rivedere. Per ottenere il rimborso del 10% sulle spese effettuate con pagamento elettronico, ma soprattutto per cercare di rientrare nei primi 100.000 che riceveranno il Supercashback da 1.500 euro, alcuni ricorrono a metodi leciti, ma che vanno a colpire gli esercenti che devono pagare le commissioni al circuito.

Fra le “tattiche”, molte transazioni di poco valore sullo stesso pos: specie chi fa benzina. Occorre porre rimedio: serve un regolamento imbattibile.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento