in

Stellantis oltre a Lancia e Alfa Romeo potrebbe rinvigorire anche Chrysler

Stellantis potrebbe essere la salvezza per il marchio Chrysler, secondo David Kelleher, presidente dello Stellantis National Dealer Council

Chrysler
Chrysler

La fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e il gruppo francese PSA che ha fatto nascere Stellantis potrebbe essere la salvezza per il marchio Chrysler, ha detto David Kelleher, presidente dello Stellantis National Dealer Council.

Kelleher crede che Stellantis abbia l’opportunità di fortificare Chrysler, che vende la vecchia berlina 300 insieme ai minivan Pacifica e Voyager, con prodotti che utilizzeranno tecnologie di PSA. Kelleher pensa che ciò possa dunque portare ad un miglioramento della situazione per il famoso marchio americano che ultimamente non gode di buona salute.

“L’intera storia del gruppo è iniziata con Chrysler”, ha detto Kelleher. “Non voglio vedere un marchio come quello lasciato a bordo campo e dimenticato”. I venditori di auto di cui Kelleher è uno dei più noti rappresentanti negli Stati Uniti aspettano ancora di sapere quelle che saranno in concreto le novità che arriveranno per loro con la nascita del gruppo Stellantis.

Probabile che nei prossimi mesi il gruppo guidato dal numero uno Carlos Tavares possa fare chiarezza in proposito. Ricordiamo infine che anche Lancia e Alfa Romeo dovrebbero essere rilanciate da Stellantis che ha intenzione di creare un vero e proprio pool premium insieme a DS condividendo piattaforme, motori e tecnologie tra i suoi marchi. Lo stesso potrebbe avvenire anche con Chrysler che potrebbe essere unito in un pool con altri marchi di Stellantis.

Ti potrebbe interessare: Anche Fiat Chrysler e Toyota abbandonano Donald Trump

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento