in

Nuova Fiat Toro: ecco cosa cambierà nel pickup che ha inventato un segmento in Brasile

Fiat Toro: ecco cosa cambierà con il restyling nel pickup compatto di Fiat che ha inventato un genere in Brasile

Fiat Toro
Fiat Toro

Fiat Toro nella versione attuale è arrivato sul mercato nel corso del 2016 e “ha letteralmente inventato” un segmento in Brasile. Ci riferiamo ovviamente a quello dei pickup di dimensioni compatte. Toro è presto entrato nel gusto del consumatore, modellando un segmento che nel 2016 era agli albori in Brasile.

Ecco come cambierà la nuova Fiat Toro nel 2021 con il restyling

Tant’è che è in esso, che produttori come Chevrolet (con il progetto Twins), Volkswagen (con Tarok), Ford (con Maverick ) e Hyundai (con Santa Cruz ) si sono ispirati nel lanciare i suoi futuri rivali più diretti.

In previsione della forte concorrenza che lo aspetta, Fiat Toro sarà rinnovato nel corso di questo 2021. Otterrà un fronte leggermente rimodellato, che potrebbe persino passare inosservato ad un occhio meno analitico. Tuttavia, dentro e sotto il cofano i cambiamenti saranno sostanziali. Il nuovo pick-up arriverà a giugno di quest’anno e avrà come uno dei grandi punti salienti il ​​suo interno, che sarà dotato di un cruscotto digitale al 100% e di un gigantesco schermo per il sistema di infotainment.

Nelle versioni più costose, lo schermo multimediale sarà di 12 pollici in verticale, imitando quello del più grande Ram 1500. Nelle configurazioni più basilari, come recentemente rilevato dal sito web di Autos Segredos, il sistema avrà uno schermo leggermente più piccolo, 10 pollici, con uno stile quadrato.

A novembre, è trapelato che la nuova Fiat Toro sarà dotata di fari full-LED con riflettori concavi (senza proiettori) e diverse tecnologie di guida semi-autonome: controllo della velocità adattivo, frenata autonoma di emergenza e assistenza permanente in corsia.

Visivamente, la griglia e il livello intermedio del vano ottico anteriore, che concentra i fari bassi e alti, saranno più affusolati. La griglia, in particolare, riceverà il nuovo logo del marchio, già adottato da Strada, Argo, Cronos e Mobi. Anche la base del paraurti cambierà, assumendo nuovi contorni per i fendinebbia.

Le fiancate di Fiat Toro avranno solo nuovi cerchi in lega con nuovi design come novità, mentre la parte posteriore non dovrebbe ricevere modifiche. Ciò significa che la divisione e l’apertura laterale saranno ancora presenti.

La nuova Fiat Toro riceverà il tanto atteso motore turboflex 1.3 T4 16V ad iniezione diretta della famiglia GSE, con una potenza stimata di 180 CV e una coppia di circa 27 kgfm. Sarà accoppiato alla trasmissione CVT Direct Shift di Aisin, utilizzata anche dalla Toyota Corolla. Le versioni di punta continueranno a utilizzare il motore turbodiesel a quattro cilindri 2.0 Multijet da 170 CV e 35,7 kgfm, combinato con il cambio automatico con convertitore di coppia a nove velocità di ZF. E la configurazione entry, Endurance, dovrebbe essere l’unica a mantenere il vecchio 1.8 E.torQ da 139 CV

Ti potrebbe interessare: La nuova Fiat Toro avrà vari formati per il suo sistema di infotainment

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento