in

Stellantis sta cercando lavoratori per un nuovo turno nello stabilimento di Madrid

Lo stabilimento Stellantis di Madrid ha indetto un’offerta di lavoro per incorporare più di 300 lavoratori nella sua linea di produzione

Stellantis Madrid
Stellantis Madrid

Arrivano buone notizie per l’industria automobilistica spagnola. Infatti secondo ‘La Tribuna de Automoción’, lo stabilimento Stellantis di Madrid (popolarmente noto come PSA Villaverde ) ha indetto un’offerta di lavoro per incorporare più di 300 lavoratori nella linea di produzione dello stabilimento di Madrid, situato nel distretto di Villaverde (a sud della capitale).

Stellantis (la società nata dalla fusione di PSA Peugeot-Citroën e Fiat Chrysler Automobiles ) ha annunciato che aprirà un nuovo turno di lavoro (pomeriggio) presso lo stabilimento di Madrid il 15 febbraio e assumerà 308 nuovi lavoratori temporanei part-time. L’obiettivo dell’azienda è raggiungere una produzione compresa tra 90.000 e 92.000 unità della Citroën C4 e della sua variante elettrica ( ë-C4 ) entro il 2021.

La direzione della storica fabbrica Stellantis di Madrid ha comunicato questo venerdì al consiglio di fabbrica che le incorporazioni avverranno dal prossimo lunedì, 1 febbraio fino a venerdì 12 e dureranno un anno, che è la durata inizialmente prevista per questo tipo di contratto, anche se potrebbe essere aumentato a seconda di come andranno le cose sul mercato.

Inoltre, l’azienda ha comunicato ai sindacati che 25 lavoratori temporanei diventeranno lavoratori a tempo indeterminato per rafforzare una forza lavoro che ha lavorato ogni sabato di gennaio (tranne il 9 a causa della grande nevicata a Madrid) e che dovranno anche andare allo stabilimento di Villaverde il 6 e 13 febbraio, secondo ‘La Tribuna de Automoción’.

Ti potrebbe interessare: Stellantis distribuirà il vaccino COVID-19 ai dipendenti dello stabilimento di Belvidere

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento