in

Brasile: IHS Markit prevede un aumento delle vendite nel 2021

La produzione di veicoli nel 2021 dovrebbe crescere nel grande paese sudamericano

All’interno del suo primo rapporto sulle proiezioni annuali per i mercati brasiliano e argentino, IHS Markit, nota società di consulenza, sostiene che saranno venduti in Brasile nel 2021 2,45 milioni di veicoli. Si tratta di una crescita del 25% rispetto al 2020.

La previsione indica che il volume sarà ancora al di sotto di quanto registrato nel 2019 (2,66 milioni di auto e veicoli commerciali leggeri) ma è sensibilmente più ottimista rispetto alle previsioni pubblicate ad inizio da ANFAVEA e Fenabrave. Entrambe le associazioni hanno annunciato delle proiezioni più conservative, prevedendo in totale delle vendite pari a 2,25 milioni.

Mercato auto Italia
Brasile, 2,45 milioni di vendite previste entro la fine del 2021

Brasile: il 2021 dovrebbe portare ad un aumento delle vendite secondo IHS Markit

ANFAVEA e Fenabrave affermano che il buon aumento delle vendite registrato nell’ultimo trimestre dello scorso anno dovrebbe essere frenato all’inizio del 2021 dalla ricomparsa del coronavirus ed altri fattori. Questa combinazione di fattori negativi dovrebbe portare a un impatto sul risultato per l’intero anno.

Pur riconoscendo la presenza di questi fattori, IHS Markit stima che potrebbero essere parzialmente compensati dall’aumento della domanda nei prossimi mesi come accaduto nel 2020, due mesi dopo l’impatto della pandemia iniziata a metà marzo quando le vendite giornaliere hanno raggiunto il livello più basso in un anno.

A dicembre, questo indicatore ha raggiunto il volume più alto degli ultimi 12 mesi con 11.595 veicoli immatricolati ogni giorno lavorativo per un totale di 231.900 immatricolazioni registrate nel mese. Sulla base del risultato atteso nel 2021, la società di consulenza ha presentato anche la sua proiezione per il mercato brasiliano del 2022, stimando vendite pari a 2,62 milioni di veicoli.

Prevedendo meno restrizioni e interruzioni, IHS Markit stima che la produzione di veicoli in Brasile nel 2021 dovrebbe crescere, arrivando a 2,51 milioni di unità (un aumento del 28,9% rispetto al 2020). Si tratta di una proiezione leggermente migliore rispetto a quella rilasciata da ANFAVEA (2,38 milioni di auto e veicoli commerciali leggeri prodotti e una crescita del 25% rispetto all’anno precedente). Per il 2022, la proiezione prevede che la produzione brasiliana di veicoli raggiunga i 2,74 milioni (+9% rispetto al 2021).

L’Argentina potrebbe rimanere ancora colpita dal coronavirus e dalla crisi economica

Per quanto riguarda l’Argentina, IHS Markit prevede che rimarrà ancora fortemente colpito dalla crisi economica iniziata due anni prima della pandemia, che ha ulteriormente aggravato questo problema. La società prevede una crescita della produzione più rapida rispetto alle vendite grazie alla ripresa prevista in Brasile dove vengono vendute oltre la metà dei veicoli prodotti in Argentina.

IHS Markit prevede una produzione di 377.500 veicoli in Argentina quest’anno, un aumento del 40,7% rispetto al 2020. A causa dei protocolli adottati per fronteggiare il COVID-19, gli stabilimenti argentini sono stati chiusi in media per circa due mesi.

Per il 2022, IHS Markit prevede una crescita molto più modesta della produzione Argentina pari al 2,9% (388.500 veicoli). La stima per il mercato interno argentino quest’anno è di 369.400 veicoli venduti, ossia il 15,1% in più rispetto al 2019. Per il 2022 è previsto il proseguimento della crisi, con un aumento del 2,5% a 378.700 unità.

Lascia un commento