in

Auto elettriche americane: problema per Biden

Il presidente Usa punta sulla transizione energetica, ma non è facile

Joe-Biden-1

Auto elettriche americane: problema per Biden. Il presidente Usa punta sulla transizione energetica, ma non è facile. Infatti, si fa tutto all’insegna dello slogan “Buy American”, lanciato da Donald Trump, e ripreso da Joe Biden. Ma la questione è: come compro un’elettrica made in Usa? Domanda posta da avvenire.it

Auto elettriche americane: rebus

Va bene che si vuole sostituire tutti i 650.000 mezzi della flotta federale con veicoli elettrici assemblate negli Stati Uniti da operai iscritti ai sindacati. Si può fare? Concretamente, questo desiderio è realizzabile?

Uno studio dell’agenzia Axios fa luce: ci vorrebbe molto tempo. Anni. Chissà quanti. Di certo, non dall’oggi al domani. E a questa incognita si aggiunge la difficoltà di gestire la scelta delle aziende. Tesla è super americana, sì. E i sindacati ci sono lì? No, perché Musk necessita di persone con enorme voglia di fare e di lavorare: se qualcuno non gli garba, lo licenzia. Senza sindacati a opporsi.

Esiste sul mercato un modello che risponda ai criteri indicati dal nuovo presidente americano? No. Chissà fra qualche anno. Difficile pensare che Tesla, pur usando il 55 per cento delle componenti realizzate in Usa, abbia voglia di sindacati.

Ci sarebbe la Chevrolet Bolt, del gruppo General Motors. Ok coi sindacati. Ma la maggior parte dei suoi veicoli è importata dall’estero. La Nissan Leaf, in Tennessee, non ha sindacati e solo il 35 per cento delle sue componenti sono realizzate in Usa.

Correzione di rotta per Biden con le vetture a batteria

Di qui, il piccolo cambiamento per Biden. In seguito, ha chiesto come requisito che almeno la metà dei componenti venga prodotta in America: il motore può sempre essere realizzato altrove. Resta da capire se, nei 4 anni di mandato, Biden ce la farà.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento