in

Auto abbandonata in strada, come funzionano le normative

Cosa cambia se una vecchia auto viene abbandonata in una strada pubblica piuttosto che in una privata? Ecco regole e normative e come fare per liberarsene

auto abbandonata

Trovare una auto abbandonata in strada, parcheggiata da mesi e mesi non è una rarità. Può accadere che una auto non sia più funzionante e che il proprietario non vuole o non ha la possibilità di rimuoverla. Oppure può accadere che l’auto di fatta abbandonata sia di una persona deceduta, con gli eredi a cui non interessa.

Le tipologie di situazione che possono produrre l’effetto di trovare un vecchio veicolo lasciato così, a marcire per strada sono molteplici. Ma può accadere anche che il veicolo sia parcheggiato in una strada privata, magari nel suo posto riservato nel parcheggio del condominio. Una auto abbandonata può addirittura essere considerata un rifiuto, e in tale caso le procedure per la sua rimozione sono differenti da una auto che pur se inutilizzata, potrebbe non essere ancora talmente derelitta da entrare nell’area del rifiuto.

Auto abbandonata, cosa succede a norma di legge?

Una auto lasciata e abbandonata su un suolo pubblico e fuori uso da tempo, deve essere rimossa per legge. Infatti le Forze dell’ordine se vengono a conoscenza di un fatto di questo tipo, non hanno altra scelta che incaricare il centro di raccolta di spostare l’auto e condurla in deposito. Questo vale in una strada pubblica ma anche in una strada privata, un parcheggio condominiale o una area, pur se privata, ad uso di una collettività (non ad uso esclusivo del proprietario dell’auto abbandonata).Inoltre va ricordato pure che l’auto, pure se in disuso, se viene lasciata su una strada pubblica, deve comunque essere assicurata e se non lo fosse, scatterebbero le sanzioni, in capo al proprietario o se defunto, in capo agli eredi.

Auto abbandonata e senza targa

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato di auto, semplicemente in disuso, cioè non utilizzata da tempo per un qualsiasi motivo riguardante il proprietario o i suoi eredi nel caso in cui il primo fosse deceduto. Ci sono casi in cui sul ciglio della strada o in un parcheggio si trova una auto oltre che inutilizzata da tempo, anche senza targa, perché magari il proprietario le ha tolte, pur non consegnandole ancora al centro di demolizione e pur non procedendo alla sua cancellazione dal Pra.
In questo caso si entra nel capo dei rifiuti, perché una auto in queste condizioni può essere considerata tale. L’auto è di fatto un rifiuto urbano e per giunta pericoloso se il proprietario non ha svuotato l’olio, il liquido antigelo e non ha tolto la batteria.

In questo caso, è il primo cittadino del Comune dove l’auto si trova a decidere tramite ordinanza, la rimozione del rifiuto, perché l’auto viene considerata alla stregua di qualsiasi altro oggetto. L’ordinanza prevede l’obbligo da parte del proprietario o degli eredi, di provvedere alla rimozione del veicolo abbandonato e al suo smaltimento.
Si tratta di una ordinanza per la tutela ambientale e non per sanzionare il responsabile dell’abbandono o chi per lui è tenuto a subirne le conseguenze. Può capitare anche che in assenza di eredi l’ordinanza del primo cittadino ricada sul responsabile dell’area dove l’auto è abbandonata.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI