in

Citroën, DS e Peugeot richiamano 220.000 modelli 1.2 PureTech

Da qualche settimana ormai, i proprietari di auto Citroën, DS e Peugeot, equipaggiate con il motore 1.2 PureTech turbo (110 e 130 CV prodotti dal 2013 al 2017), sono invitati a tornare in officina

PSA Vauxhall

Da qualche settimana ormai, i proprietari di auto Citroën, DS e Peugeot, equipaggiate con il motore 1.2 PureTech turbo (110 e 130 CV prodotti dal 2013 al 2017), sono invitati a tornare in officina. Secondo la nota interna di questa campagna di richiamo (codificato HFC per Citroën / DS e JZR per Peugeot), si tratta di “aggiornare la ECU motore per migliorare la diagnosi del sistema di assistenza alla frenata ed evitare qualsiasi rischio di riduzione o perdita di frenata “.

I componenti del sistema di assistenza alla frenata, che potrebbero essere danneggiati da danni alla cinghia di distribuzione, devono essere controllati. Questa usura è uno dei principali guasti insieme allo sporco della testata del cilindro che può portare a danni o addirittura alla rottura del motore a causa dell’autoaccensione

Questo problema di assistenza alla frenata legato all’usura prematura della cinghia di distribuzione è ben noto (e non da ieri) ai servizi tecnici di PSA. Infatti questo nastro, che è bagnato d’olio, tende a fessurarsi sulla sommità ed i residui inquinano il circuito dell’olio. Con le conseguenze dell’ostruzione della pompa del vuoto e del filtro della pompa dell’olio nonché delle elettrovalvole a fasatura variabile.

Un fenomeno che riguarda soprattutto i clienti di auto Citroën, DS e Peugeot che usano poco la propria auto. L’olio tende infatti a degradarsi rapidamente, in particolare a causa della diluizione dell’olio (goccioline di carburante che scorrono lungo le pareti dei cilindri nel basamento inferiore) che accelera l’usura della cinghia. Il gruppo PSA reagisce infine dopo diverse modifiche di montaggio alla cinghia di distribuzione.

Ti potrebbe interessare: PSA: Spoticar chiude il 2020 con il 30% di vendite in meno rispetto alle previsioni

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento