in , , ,

Auto storiche con targa d’epoca: ci siamo

Novità per i veicoli di interesse storico e collezionistico reimmatricolati successivamente alla prima immatricolazione

auto-storica

Auto storiche con targa d’epoca: la commissione Bilancio della Camera dà l’ok. Siamo in fase di disegno legge Bilancio 2021, ma si chiude tutto per fine 2020. Quindi, manca un millimetro. Trattasi di testo blindato: ora la palla passa al Senato. Novità pertanto per i veicoli di interesse storico e collezionistico reimmatricolati successivamente alla prima immatricolazione: sono dotati di targhe e carta di circolazioni diverse da quelle originali.

Auto storiche con targa d’epoca: tutto conforme

Quelle vetture reimmatricolate potranno ottenere una targa e una carta di circolazione conformi alla targa originale italiana. Anche in fatto di grafica.

Per i veicoli originariamente immatricolati all’estero (già immatricolati o che dovranno essere immatricolati in Italia), cosa cambia? Targa e libretto conformi al periodo storico di costruzione dell’auto.

Sì alla targa per la vettura storica, se c’è non s’è la sigla

  • Chiaramente, il sì alla targa per la vettura storica è vincolato. La sigla alfanumerica prescelta non dev’esseci già nell’Archivio nazionale veicoli della Motorizzazione civile. Ma come si pagherà il tutto? Si è soggetti al pagamento di un contributo. Serve un decreto dirigenziale del ministero dei Trasporti. Questo dirà i criteri per:
  • rilascio della targa e del libretto di circolazione originale,
  • più il rilascio di una targa del periodo storico di costruzione o di circolazione del veicolo.

In un pacchetto di misure complessive per l’auto: incentivi

Al di là della targa per le auto storiche, ricordiamo che con l’esame del disegno legge Bilancio 2021 alla Camera, arriva anche un consistente pacchetto di aiuti per far ripartire l’automotive: rifinanziamento di quanto già previsto dai decreti Rilancio e Agosto con bonus ulteriori. Aggiuntivi agli incentivi esistenti. Stanziati soldi per le elettriche, imposto l’obbligo di colonnine veloci per i gestori autostradali.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento