in

Il sindaco di Milano Sala vuole dimezzare la mobilità personale motorizzata

Discutibile il programma dell’attuale primo cittadino, che si ricandida

milano auto

Il sindaco di Milano Sala vuole dimezzare la mobilità personale motorizzata. A nostro giudizio, è discutibile il programma dell’attuale primo cittadino, che si ricandida, limitatamente alla mobilità. Lo dice il nuovo Piano Aria e Clima, elaborato dalla giunta. Tutto in discussione in consiglio: si parla di misure in vista del 2030 e poi del 2050.

Il sindaco di Milano Sala vuole dimezzare la mobilità personale motorizzata: quale obiettivo

Target numero uno: ridurre l’inquinamento atmosferico, contribuire alla prevenzione dei cambiamenti climatici, definire le linee guida di adattamento per il territorio del Comune di Milano. Per tutelare il diritto alla salute, equità e giustizia. A favore dell’inclusione sociale. In protezione delle fasce deboli della popolazione. Milano deve divenire città carbon neutral per il 2050.

C’è un programma nel programma: Slow Milano, una città che si muove in modo fluido, flessibile e sostenibile. Si vuole trasformare entro il 2050 la mobilità personale in una mobilità attiva (città ciclopedonale), intermodale e basata su un approccio Mobility as a Service. In tre modi.

Dimezzare la mobilità personale motorizzata;

  1. istituire una Zero Emission Zone;
  2. creare un’area pilota carbon neutral con mobilità personale attiva;
  3. ridurre del 50% la superficie dei parcheggi su strada e ridurre la superficie dei parcheggi.

Sempre meno parcheggi al Sole

Ci sarà la riduzione della superficie dei parcheggi pubblici direttamente esposta alla radiazione solare. Sì a soluzioni in verticale. Via el auto su strada per favorire altri mezzi. Eppoi potenziare lo sharing, il trasporto pubblico e le due ruote per ridurre il tasso di auto per abitante. La sosta per residenti deve cominciare ad andare sotto o sopra, ossia in soluzioni più in struttura.

Così che i cittadini residenti si abituino a utilizzare al meglio, e a costo sostenibile, la sosta in struttura, permettendoci di liberare spazio in strada.

Auto anti Covid: cosa di dimentica

D’un tratto, ci si dimentica del Covid. E che l’auto ha salvato tutto contro il coronavirus. Mentre i mezzi pubblici sono stati pericolosissimi: viaggiava troppa saliva, assembramenti continui. La macchina, salvezza anti pandemia, ora viene rimessa in un angolino. Siamo certi che sia la strada giusta? I mezzi pubblici sono efficienti abbastanza?

Infatti, a favore dell’auto, ora Area C e Area B sono spente. E in futuro? Nella B, ci sarà una soglia chilometrica massima annua, stabilita in relazione alla classe di appartenenza e contabilizzata mediante apparati di monitoraggio satellitare. Circoleranno solo le elettriche. Prevista la realizzazione di una o più aree pilota Carbon Neutral con finalità dimostrative.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento