in

Veicoli elettrici: le richieste sono aumentate del 500% dopo l’annuncio del blocco in UK

Dopo l’annuncio del blocco dato da Boris Johnson, le ricerche di EV su BuyaCar sono passate da 300 circa a 1679 al giorno

City EV colonnine di ricarica lampioni auto elettriche

Le richieste di veicoli elettrici sono aumentate del 500% nel Regno Unito dopo l’annuncio fatto dal governo britannico la settimana scorsa che prevede il divieto di vendere auto e furgoni con motori a benzina e diesel nel 2030.

Secondo i dati forniti da BuyaCar, il Primo Ministro Boris Johnson ha avviato il settore verso un divieto totale di vendere anche modelli ibridi agli acquirenti di auto dal 2035 che si sono affidati all’online per scoprire quali potrebbero essere i modelli ad alimentazione alternativa disponibili oggi all’acquisto.

auto elettriche
Veicoli elettrici, le ricerche sul portale BuyaCar sono aumentate parecchio in sole 24 ore

Veicoli elettrici: BuyaCar ha registrato un aumento delle ricerche sul suo sito Web in seguito all’annuncio

Il portale di vendita di auto online ha affermato che le richieste di veicoli elettrici rappresenterebbero normalmente circa 300 ricerche al giorno ma l’annuncio fatto la settimana scorsa da Johnson hanno visto la cifra salire a 1679 nelle 24 ore successive.

Christofer Lloyd, editor di BuyaCar, ha detto: “Sembra che l’annuncio del governo abbia davvero suscitato un interesse verso i veicoli elettrici, aumentando letteralmente le ricerche sul nostro sito del 500% dall’oggi al domani. Sarà interessante vedere se quell’interesse per le auto elettriche verrà mantenuto. Nel frattempo, il governo si è reso conto che incoraggiare l’adozione di massa di auto a zero emissioni richiede misure drastiche e la nostra esperienza della domanda sostenuta di motori diesel lo conferma“.

BuyaCar ha dichiarato che gli EV hanno ancora molto da fare per mettersi allo stesso livello delle auto a benzina nel settore dell’usato e inoltre ha aggiunto che anche i veicoli diesel usati rimangono ancora una scelta molto popolare per gli automobilisti britannici.

Dato che le vendite di nuove auto diesel sono diminuite quest’anno del 55% rispetto al 2019, i modelli usati sempre a gasolio sono stati maggiormente scelti da un visitatore su tre di BuyaCar. L’anno scorso, il diesel ha rappresentato il 38,1% di tutte le auto vendute sul portale Internet mentre questa cifra è scesa al 35,8% nel 2020. Al contrario, i veicoli elettrici usati rappresentano meno dell’1% delle vendite su BuyaCar nel 2020 e un 5,5% delle vendite di nuove auto sempre per quest’anno.

Lloyd ha proseguito dicendo: “Nonostante diversi anni di pubblicità negativa e normative sempre più rigide progettate per frenare l’uso del diesel, il gasolio rimane una scelta pratica per circa un guidatore su tre a causa del maggiore risparmio di carburante rispetto alla benzina e ai prezzi che sono tipicamente inferiori rispetto ai modelli elettrici equivalenti. Quest’anno i diesel non sono mai scesi al di sotto del 31% delle vendite e hanno raggiunto una percentuale massima del 40% a giugno. Questo mese stiamo monitorando i diesel al 37% delle vendite su BuyaCar, che è leggermente superiore alla media complessiva per il 2020“.

L’editor di BuyaCar ha concluso affermando: “La reazione degli automobilisti all’annuncio del governo, che i nuovi motori a combustione interna non saranno più consentiti dopo il 2030, era ampiamente prevista nel settore ma la notizia stessa ha chiaramente causato un picco nelle richieste di veicoli elettrici sul nostro sito. Tuttavia, c’è chiaramente una lunga strada da percorrere per il governo per garantire auto nuove elettriche sufficienti e convenienti, soprattutto considerando che la stragrande maggioranza degli automobilisti punta ancora a benzina o diesel. Ora, con le ricerche di auto elettriche che superano il 10% sulla scia della notizia che tutti i nuovi automobilisti dovranno averne una tra 10 anni, sarà interessante vedere se questo si tradurrà in un aumento delle vendite“.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento