in ,

Alfa Romeo: primi segnali di ripresa in alcuni mercati europei a settembre

Il marchio italiano registra dati positivi in Germania, Francia e Svizzera a settembre

alfa romeo vendite europa

Il mese di settembre si chiude con piccoli segnali di ripresa per il marchio Alfa Romeo. Oltre ai confortanti dati del terzo trimestre del 2020 negli USA, dove il marchio italiano è finalmente tornato a crescere, si registrano dati positivi anche in alcuni dei principali mercati europei dopo mesi e mesi di risultati negativi (anche prima dell’emergenza Covid).

In particolare, Alfa Romeo chiude in positivo il mese di settembre in tre dei suoi principali mercato europei (Germania, Francia e Svizzera) mentre registra dati negativi in altri tre (Italia, Regno Unito e Spagna).Ricordiamo che per un quadro completo sulle vendite in Europa a settembre sarà necessario attendere il rilascio dei dati ufficiali che arriveranno nel corso della metà del mese di ottobre.

Le premesse per un mese di settembre positivo per Alfa Romeo ci sono. Staremo a vedere come saranno i dati completi. Nel frattempo, andiamo ad analizzare i primi risultati preliminari in arrivo dai principali mercati europei.

Italia: vendite ancora in calo a settembre

Abbiamo già analizzato, nel dettaglio, le vendite di Alfa Romeo in Italia a settembre. Ricordiamo che, nonostante una netta ripresa del mercato (grazie anche agli incentivi), il marchio italiano continua a far segnare risultati negativi. Per Alfa Romeo, infatti, le vendite sono state pari a 2.073 unità con un calo del -4.53% rispetto ai dati del settembre dello scorso anno (il mercato italiano è cresciuto del +9.5%).

Fanno ben sperare i dati dell’Alfa Romeo Stelvio che registra 1.231 unità vendute in Italia a settembre registrando una crescita del +4.6% rispetto allo scorso anno. Il parziale annuo, invece, vede Alfa Romeo registrare un totale di 11.950 unità vendute in Italia con un calo del -40% rispetto allo scorso anno (il mercato italiano fa registrare un calo del -34%).

Germania: +59.5% a settembre

La Germania si conferma il secondo mercato europeo per Alfa Romeo. Il marchio italiano, infatti, chiude il mese di settembre con un totale di 418 unità vendute, registrando un incremento del +59.5% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del settembre dello scorso anno. Da notare che il mercato tedesco, a settembre, è cresciuto solo del +8.4%.

Nel parziale annuo, ovvero nel periodo compreso tra gennaio e settembre, Alfa Romeo continua a far segnare dati negativi. Da inizio anno, infatti, Alfa Romeo ha venduto un totale di 2.144 unità sul mercato tedesco facendo segnare un calo percentuale del -28% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo del 2019. Il calo del marchio italiano è simile a quello dell’intero mercato tedesco, in calo del -25% nel periodo considerato.

Francia: Alfa Romeo torna a crescere dopo diversi mesi negativi

Dati positivi ma con volumi ancora ridotti per Alfa Romeo in Francia. A settembre, infatti, sono state commercializzate 262 unità con un miglioramento del +25% rispetto ai dati del settembre dello scorso anno. Da notare che il dato registrato dal marchio italiano è in contro-tendenza rispetto al resto del mercato francese, in calo del -3%,

Nel parziale annuo, invece, Alfa Romeo fa registrare un totale di 1.377 con un calo del -47% rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. Nel frattempo, il mercato francese registra un calo complessivo del -29%.

alfa romeo vendite europa

Regno Unito: vendite in calo ma volumi complessivi sopra alle 300 unità a settembre

Nel Regno Unito, invece, Alfa Romeo registra dati negativi anche se il volume complessivo risulta superiore a tutti gli altri mercati europei con l’eccezione di Italia e Germania. A settembre, infatti, le vendite del marchio sul mercato britannico sono state pari a 331 unità con un calo del -34% rispetto al settembre dello scorso anno quando furono vendute 500 unità di Alfa Romeo. A settembre, il mercato britannico fa segnare un calo del -4.4%.

Nel parziale annuo, il marchio italiano si deve accontentare di un totale di 1,533 unità vendute con un calo del -45% rispetto allo scorso anno.Nel periodo considerato, il mercato britannico è in calo del -33%.

Spagna: dati negativi dopo la crescita di agosto

Dopo i dati positivi del mese scorso, tornano a calare le vendite di Alfa Romeo in Spagna. Sul mercato iberico si è registrato un totale di 200 unità vendute nel corso del mese di settembre con un calo del -43% rispetto allo scorso anno. A settembre, complessivamente, la Spagna fa segnare un calo delle immatricolazioni del -13%.

Nel parziale annuo, invece, le vendite di Alfa Romeo si fermano a 1.702 unità con un calo percentuale del -43%, un risultato di poco peggiore rispetto al -38% fatto registrare dall’intero mercato spagnolo al termine dei primi 9 mesi del 2020. La Spagna rappresenta, per volumi di vendita, il terzo mercato europeo di Alfa dopo Italia e Germania.

Svizzera: primi segnali di ripresa per Alfa Romeo

Tornano a crescere, anche se con volumi ridottissimi, le vendite di Alfa Romeo in Svizzera, mercato dove il marchio italiano è storicamente abbastanza forte tanto da riuscire a stare stabilmente sopra l’1% di quota di mercato (prima della crisi iniziata lo scorso anno). A settembre, le vendite del brand in Svizzera sono state 165 con un incremento del +25% rispetto ai dati dello scorso anno. A settembre, il mercato svizzero è in calo del -11.4%.

Il parziale annuo per il marchio italiano fa segnare un totale di 1.281 unità vendute tra gennaio e settembre in Svizzera con un calo del -40% rispetto ai dati del 2019 ed una quota di mercato dello 0.8%. Il mercato elvetico è in calo, complessivamente, del -27%.

In conclusione, per il momento, non ci resta che attendere la metà del mese di ottobre ed il rilascio dei dati di vendita complessivi per il mercato europeo di settembre. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti relativi alle vendite del marchio Alfa Romeo.

Hai le notifiche bloccate!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI