in

Sistemi di infotainment: molti automobilisti non si fidano

Molti guidatori del Regno Unito hanno dichiarato di essere più distratti durante la guida rispetto a cinque anni fa

Sistemi di infotainment

I sistemi di infotainment hanno sicuramente rivoluzionato l’esperienza di guida all’interno di un’auto. Tuttavia, un recente studio condotto nel Regno Unito da Rivervale Leasing rivela che il 60% dei conducenti non si fida di questa tecnologia.

In uno studio condotto su 1000 automobilisti britannici, 6 su 10 hanno dichiarato di non aver fiducia nell’infotainment della vettura mentre un terzo ha affermato che i sistemi delle loro auto si sono rivelati poco efficienti.

Sistemi di infotainment
Sistemi di infotainment, il 77% degli intervistati ha ammesso di essere più distratto durante la guida

Sistemi di infotainment: 6 automobilisti britannici su 10 li ritiene poco affidabili

I motivi principali delle lamentele sull’infotainment, secondo la ricerca Initial Quality Study 2020 d JD Power, riguardano il riconoscimento vocale, la connettività per smartphone, il display touch, il Bluetooth e i sistemi di navigazione.

Il 49% degli automobilisti britannici intervistati sostiene che i sistemi di infotainment rappresentano una distrazione. Il 77% ha ammesso di essere molto distratto durante la guida rispetto a cinque anni fa mentre il 60% ha affermato che dovrebbe esserci una sorta di limitazione a questi sistemi mentre il veicolo è in movimento.

Un quarto degli intervistati ha dichiarato che i navigatori sono la funzione di infotainment più fastidiosa mentre il 19% la pensa esattamente il contrario. Il 37%, invece, afferma che gli avvisi sul traffico è una feature molto utile.

Soltanto il 16% ha detto di essere favorevole ai controlli vocali. Infine, lo studio svolto da Rivervale Leasing in UK riporta che il 38% preferisce utilizzare i pulsanti tradizionali mentre il 46% il display touch.

Sistemi di infotainment

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento