in

Veicoli commerciali: oltre 9600 unità immatricolate ad agosto 2020

Circa 89.000 esemplari venduti nei primi otto mesi del 2020

Peugeot presenta il suo nuovo furgone elettrico e-Boxer mentre PSA mantiene la promessa di elettrificare l'intera linea di veicoli commerciali
Peugeot presenta il suo nuovo furgone elettrico e-Boxer mentre PSA mantiene la promessa di elettrificare l'intera linea di veicoli commerciali

In base alle stime condivise dall’UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), le vendite dei veicoli commerciali sono tornate a crescere dopo il -6,1% registrato a giugno e il +15,1% a luglio.

In particolare, nel mese di giugno si è registrata una diminuzione delle immatricolazioni a causa della ripresa delle attività dopo il lockdown provocato dal coronavirus. A luglio, invece, si è registrata una crescita molto importante, con 17.600 unità immatricolate rispetto alle 15.297 registrate nello stesso mese ma del 2019. Ad agosto 2020, invece, sono stati venduti 9620 veicoli commerciali (+2,2%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Veicoli commerciali vendite ottobre 2019
Veicoli commerciali, +2,2% di esemplari venduti ad agosto 2020

Veicoli commerciali: il segmento ritorna a crescere dopo un periodo negativo

Nonostante ciò, il crollo del 36% registrato nel primo semestre di quest’anno continua con il -26,6% rilevato nel periodo gennaio-agosto. In particolare, sono stati immatricolati 88.911 veicoli rispetto ai 121.143 nei primi otto mesi del 2019. Parliamo di una diminuzione superiore ai 32.200 esemplari.

Michele Crisci, presidente dell’UNRAE, ha voluto commentare questa situazione. Nello specifico, egli ha dichiarato: “È necessario intervenire comunque con misure strutturali per dare un sostegno al mercato dei veicoli commerciali e non lasciare che questi piccoli segnali di positività, dovuti anche all’accumulo delle consegne relative ad ordini pre-lockdown, si affievoliscano repentinamente”.

Crisci ha proseguito dicendo: “Misure quali incentivi all’acquisto di veicoli nuovi a fronte di rottamazione e l’aumento del credito d’imposta consentirebbero un rinnovo accelerato del nostro parco circolante che, secondo le ultime stime del Centro Studi, a fine giugno contava ancora un 47% di veicoli ante Euro 4 (con più di 15 anni di età), su un totale di quasi 4 milioni di veicoli circolanti”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI