in

Regno Unito: la produzione di auto è scesa a luglio del 20,8%

Mike Hawes di SMMT spera in un accordo di libero scambio fra Regno Unito e Unione Europea

La Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) ha comunicato nelle scorse ore che la produzione di auto nel Regno Unito è diminuita del 20,8% a luglio. In particolare, sono uscite dalle linee di produzione delle fabbriche inglesi 85.696 esemplari. Il mese scorso si è registrata una crescita della produzione con l’allentamento delle misure contro il coronavirus e la riapertura di quasi tutti gli stabilimenti produttivi.

Nonostante ciò, le misure di distanziamento sociale e l’incertezza economica hanno ancora pesato sulla produzione di vetture. Dato che le concessionarie del Regno Unito hanno riaperto completamente per tutto luglio, la produzione per il mercato britannico è migliorata rispetto a maggio e giugno.

Regno Unito produzione auto luglio
Regno Unito, -20,8% di auto prodotte a luglio dagli stabilimenti inglesi

Regno Unito: 85.696 auto sono uscite dalle fabbriche inglesi a luglio 2020

Bisogna comunque prendere in considerazione la diminuzione del 37,1% su base annua, con solo 13.434 unità uscite dai siti produttivi. Anche la produzione per il mercato estero è calata, seppur solo del 16,8% (72.262 unità). Le esportazioni hanno rappresentato più di 8 veicoli su 10 costruiti a luglio con acquirenti come Cina, Stati Uniti ed Europa.

Nell’anno in corso, l’impatto della pandemia sui mercati più importanti (incluso il Regno Unito) si traduce in una produzione complessiva diminuita del 39,7%. Ciò si traduce in una perdita annuale di 307.707 auto. Le spedizioni all’estero nei primi sette mesi del 2020 sono calate del 38,5% a 381.273 esemplari mentre la produzione per il mercato interno è diminuita del 44,5% a 85.780.

Regno Unito produzione auto luglio

Mike Hawes, amministratore delegato di SMMT, ha dichiarato: “Poiché i mercati globali più importanti continuano a riaprire e gli stabilimenti automobilistici britannici tornano gradualmente all’attività, queste cifre rappresentano un netto miglioramento rispetto ai tre mesi precedenti, ma le prospettive rimangono profondamente incerte. Con il settore che sta ora combattendo la recessione economica e la pandemia globale, non ha né il tempo e né la capacità di affrontare l’ulteriore shock di una Brexit senza accordo“.

Hawes ha proseguito dicendo: “L’impatto delle tariffe sul settore e le centinaia di migliaia di mezzi di sussistenza che sostiene sarebbe devastante, quindi abbiamo bisogno che i responsabili di entrambe le parti facciano tutto il possibile per garantire un accordo di libero scambio globale da concordare e attuare prima della fine del 2020“.

Regno Unito produzione auto luglio

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento