in

Noleggio auto con franchigie pesanti: colpa di questi ladri

Formia, prendono a noleggio vettura con assegno scoperto e non la restituiscono

ladro auto noleggio

Vi siete mai chiesti perché c’è il noleggio auto con franchigie pesanti? Parliamo di noleggio a breve termine, per pochi giorni, ossia l’affitto classico estivo: per un weekend o per una settimana. In caso di furto, incidente, danni, a carico del cliente scatta l’addebito automatico sulla carta di credito. Secondo i casi, la franchigia, ossia la penale a carico dell’utilizzatore, varia: in base all’auto e al tipo di contratto. Per un furto, indicativamente, 2.000 euro. La colpa è dei furbetti come quelli di Formia, Latina: hanno preso a noleggio vettura con assegno scoperto e non l’hanno restituita, dileguandosi nel Lazio. Probabilmente, trattavasi di società di nolo piccola. Ed ecco anche perché le società di noleggio chiedono la carta di credito, di cui subito verificano la capienza, bloccando un certo importo.

Noleggio auto con franchigie

Comunque, se paghi la tariffa base, hai le franchigie. Dette anche penali o responsabilità. Tariffa base che costa, ipotizziamo, 500 euro per una settimana. Invece, se paghi la tariffa senza franchigie, spendi il doppio (1.000 euro per una settimana), ma viaggi a cuor sereno.

Il problema è che in certe zone del Sud esiste solo un tipo di noleggio: con franchigie. Non ammettono il noleggio senza penali, a causa dell’elevato numero di incidenti e soprattutto furti. Ci riferiamo a Campania, Calabria, Sicilia soprattutto. Talvolta, se il noleggio avviene al Nord o al Centro, e il furto si verifica al Sud, scatta la penale anche se c’è la tariffa senza franchigie.

Noleggio in fuga dal Sud Italia

La questione meridionale dei noleggi auto è così drammatica che molte società di noleggio auto pensano di abbandonare il Mezzogiorno. Non conosce crisi il business dei furti di auto in noleggio a breve termine indicativamente vede coinvolte 1.240 veicoli causando un danno complessivo agli operatori del settore pari a 8,5 milioni di euro annui. Anche Lazio e Lombardia nel mirino. Con danni anche agli utilizzatori onesti. Che pagano tariffe altissime a causa delle frodi. Molto frequente anche l’appropriazione indebita: gli stessi utilizzatori che si appropriano della vettura pur non avendone diritto. I ladri prendono di mira principalmente vetture utilitarie (Fiat 500 e Panda, e Ford Fiesta su tutte).

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento