in

La Scuderia del Portello introduce la “Portello Factory”

Nasce la Portello Factory per la vendita e l’acquisto di vetture a marchio Alfa Romeo storiche all’interno di una comunità di veri appassionati

Portello Factory

La Scuderia del Portello, di Seregno in provincia di Monza Brianza, rappresenta ormai da quasi quarant’anni una vera e propria istituzione nel mondo Alfa Romeo e in quello degli appassionati del marchio del Biscione. D’altronde chi possiede un’Alfa Romeo o chi ne ha guidata una almeno una volta nella vita è rimasto folgorato e si è ammalato di una malattia che non può più sconfiggere. Presso la Scuderia del Portello lo sanno e sono diventati un punto di riferimento presso gli Alfisti provenienti da ogni latitudine. Per questo motivo la passione si è ulteriormente risolta in una iniziativa di tutto rispetto: qualche giorno fa è nata la Portello Factory – Alfa Romeo Racing & Classic Cars Hub.

Oltre 200 specialisti sparsi in ogni parte del mondo

L’idea della Portello Factory deriva dalla realizzazione di un hub ad estensione internazionale in grado di operare in 19 Paesi in tutto il mondo grazie al coordinamento proveniente da una rete di circa 200 specialisti del marchio del Biscione, tra preparatori, carrozzieri, artigiani e meccanici dell’ampio ventaglio di possibilità offerte dalla Scuderia del Portello. La volontà principale è quella di offrire un servizio necessario a tutti i possessori delle vetture storiche a marchio Alfa Romeo comprese le vetture da competizione del Biscione. Immancabile la maniacale attenzione rivolta all’originalità e alla storia di ogni singola vettura. Difatti di volta in volta che vengono realizzate le lavorazioni previste, tutte le vetture vengono inserire nello speciale Catalogo Alfa Romeo Storiche della Scuderia del Portello.

Decisamente interessante risulta la possibilità offerta ai Soci della Scuderia del Portello che all’interno di Portello Factory potranno anche vendere le proprie vetture che invece potranno essere acquistate da chiunque ne abbia voglia e possibilità economiche. Alla Scuderia del Portello ci tengono a precisare che la nuova attività fornirà al mercato un metodo in cui ogni modello rappresenta la sua storia “con cui i membri della Scuderia del Portello continuano a salvaguardare l’heritage del marchio” si legge nella nota della Scuderia. Tutte le trattative si svolgono privatamente.

Anche per i nuovi arrivati del settore

Il progetto Portello Factory è rivolto anche al pubblico dei nuovi arrivati all’interno dell’interessante settore delle vetture storiche che necessita, come altri settori, di un ricambio generazionale. In questo modo la Scuderia del Portello vuole anche fornire un certo grado di continuità alla storia di Alfa Romeo. Fondamentali sono anche i giovani studenti delle scuole professionali che saranno parte dell’intero progetto.

Ovviamente il giudizio del Team Manager e Responsabile Eventi della Scuderia del Portello, Andrea Cajani, non può che essere positivo. “Durante il lockdown abbiamo lavorato molto soprattutto in relazione ad una formula che diversificasse le attvità e i servizi in collaborazione con gli artigiani della Scuderia del Portello – ha ammesso Cajani – tutto il mondo degli appassionati Alfa Romeo avrà ora a disposizione questo progetto grazie ad un’organizzazione seria e altamente qualificata. Vogliamo diventare un punto di riferimento in questo settore per quello che riguarda il mondo Alfa Romeo e le sue vetture storiche”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento