in

Regno Unito: la SMMT rivede le previsioni di vendita di auto nuove per il 2020

La SMMT sostiene che il Governo britannico non sta facendo il massimo per far ripartire il settore automobilistico

La Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) ha deciso di rivedere le sue previsioni di vendita di auto nuove nel Regno Unito, mentre il governo continua ad ignorare le richieste di misure per stimolare la ripresa del settore automobilistico. L’ultima previsione trimestrale della SMMT prevede che nel 2020 saranno immatricolate solo 1.603.000 nuove auto, ossia 84.000 in meno rispetto alle previsioni di aprile.

Sulla base di alcune indagini condotte nel Regno Unito, la previsione rivela un buco di 700.000 unità nella domanda e nell’offerta di nuove vetture, ossia un crollo del 30% su base annua. Prima dello scoppio della pandemia causata dal coronavirus, erano previste vendite di auto nuove per quest’anno per circa 2,3 milioni.

Regno Unito, previste 1.630.000 nuove auto vendute entro la fine del 2020

Regno Unito: la nuova previsione fatta da SMMT vede 84.000 auto nuove in meno vendute

Se ciò non bastasse, anche le immatricolazioni dei veicoli commerciali verranno colpite duramente ma non così male come anticipato inizialmente. La previsione per l’intero anno per i veicoli commerciali leggeri è ora di 269.000 esemplari, in calo del 26,3% rispetto al 2019.

All’inizio di questo mese, Mike Hawes – amministratore delegato di SMMT, ha dichiarato che il governo britannico non sta affatto supportando il settore automobilistico, uno dei più importanti per ll’economia della nazione.

Il settore automobilistico è stato particolarmente colpito, con migliaia di perdite di posti di lavoro già annunciate e molte altre ancora a rischio. Tra le cinque maggiori economie d’Europa, la Gran Bretagna è ora l’unica a non riuscire a fornire alcun supporto dedicato alla sua industria automobilistica, una situazione che potrà solo scoraggiare gli investimenti futuri”, ha detto l’ad.

Abbiamo urgente bisogno del governo per espandere la strategia e introdurre misure settoriali specifiche per l’auto del Regno Unito per supportare il flusso di cassa, come le riduzioni fiscali e le politiche che forniscono un supporto più ampio per la fiducia dei consumatori e aumentano la spesa”, ha proseguito Hawes.

Fino a quando i settori critici come quello automobilistico non si riprenderanno, la ripresa economica del Regno Unito sarà bloccata e andrà lenta“, ha concluso l’amministratore delegato di SMMT.