in ,

FCA richiama oltre 920.000 veicoli negli Stati Uniti

Il richiamo riguarda anche il Grand Caravan che uscirà di produzione entro la fine dell’anno

Chrysler Town & Country
Chrysler Town & Country

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha annunciato nelle scorse ore un richiamo negli Stati Uniti che riguarda tre suoi vecchi modelli. In particolare, il richiamo coinvolge circa 925.239 veicoli commercializzati nel mercato statunitense per sostituire le coperture degli airbag del volante dopo 14 incidenti potenzialmente correlati, rilevati dal gruppo automobilistico italo-americano.

I veicoli coinvolti nel richiamo sono il SUV Dodge Nitro model year 2007-2011 e i minivan Chrysler Town & Country e Dodge Grand Caravan 2008-2010. L’intenzione di emettere un richiamo è nata da un’indagine svolta da FCA secondo cui gli oltre 920.000 esemplari coinvolti disponevano di alcuni fermi che potevano allentarsi e staccarsi.

Dodge Grand Caravan 2020
Dodge Grand Caravan

FCA: il richiamo coinvolge diversi esemplari di Dodge Nitro e Grand Caravan e Chrysler Town & Country

In caso di attivazione dell’airbag lato conducente, i fermi potevano essere sparati come proiettili all’interno dell’abitacolo, rischiando di ferire gli occupanti del veicolo. Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato che nessuna delle potenziali lesioni ha riguardato gli occupanti dei passeggeri anteriori o posteriori e che gli airbag in questione non erano forniti da Takata.

Tra l’altro questo richiamo coincide con l’annuncio dell’uscita di produzione del Dodge Grand Caravan fatto da FCA la settimana scorsa. Il popolare minivan, presentato durante il Salone di Francoforte del 2007, non verrà più proposto nel mercato statunitense pur essendo stato il veicolo più venduto della casa automobilistica americana. Basti pensare che solo l’anno scorso sono state vendute 122.698 unità negli USA, posizionandolo avanti a Charger, Challenger e Durango.

Dodge Nitro
Dodge Nitro
Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento