in

Bridgestone annuncia un sistema di monitoraggio intelligente dei danni agli pneumatici

Il nuovo sistema sfrutta la piattaforma MCVP (Microsoft Connected Vehicle Platform) di Microsoft

Bridgestone e Microsoft sistema di monitoraggio intelligente dei danni agli pneumatici

I problemi riguardanti gli pneumatici possono essere suddivisi in quattro categorie secondo Bridgestone: pressione inadeguata, affaticamento, usura irregolare e danni. Questi ultimi possono verificarsi in diversi modi, ad esempio da marciapiedi, buche od oggetti presenti sulla strada.

Mentre i sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) fanno un buon lavoro per aiutare i conducenti ad evitare problemi riguardanti la pressione bassa, non possono effettivamente rilevare i danni che potenzialmente possono verificarsi in qualsiasi momento.

Bridgestone
Bridgestone, il nuovo Tire Damage Monitoring System avviserà il conducente in caso di danni

Bridgestone: il produttore collabora con Microsoft su un innovativo sistema di monitoraggio per pneumatici

È qui che entra in gioco il sistema di monitoraggio dei danni agli pneumatici progettato da Bridgestone che prende il nome di Tire Damage Monitoring System. Quest’ultimo permette di conoscere in tempo reale eventuali danni alle gomme grazie al MCVP cloud framework di Microsoft.

Il sistema sfrutta degli algoritmi per rilevare eventi che interessano la superficie e la mescola degli pneumatici, avvisando immediatamente il conducente in caso di pericolo. Se ciò non bastasse, questa nuova tecnologia è capace di rilevare dove si sono verificati esattamente i danni allo pneumatico, oltre ad inviare un avviso alle varie agenzie della presenza di buche e altri pericoli con la relativa posizione.

Laurent Dartoux, CEO di Bridgestone, ha affermato: “Il digitale è una parte così grande di ciò che facciamo oggi in Bridgestone. È indispensabile collaborare con partner leader del settore in grado di supportare le nostre esigenze di oggi e del futuro. Collaborando con Microsoft abbiamo l’opportunità di portare il nostro sistema di monitoraggio dei danni agli pneumatici a milioni di conducenti, offrendo loro maggiore sicurezza e tranquillità“.

Microsoft fornirà a Bridgestone l’infrastruttura digitale necessaria per accelerare la consegna delle soluzioni di mobilità connessa mentre il produttore giapponese di pneumatici permetterà al colosso di Redmond di far crescere il suo ecosistema di partner.

Tara Prakriya, dirigente di Microsoft MCVP, ha detto: “Con Microsoft Connected Vehicle Platform, la nostra missione è aiutare le aziende ad accelerare la consegna delle soluzioni di mobilità connessa sicure e personalizzate. Usando MCVP, Bridgestone ha creato il sistema di monitoraggio dei danni agli pneumatici che offre un notevole contributo alla sicurezza stradale e dimostra come la collaborazione tra leader del settore possa sbloccare nuove opportunità di business“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento