in

Bosch: l’ESP compie 25 anni

La prima vettura ad averlo fu la Mercedes S 600 Coupé

Bosch ESP 25 anni

Sono passati 25 anni dall’introduzione del sistema di controllo elettronico della stabilità (ESP) sviluppato da Bosch, azienda tedesca leader nella componentistica. La prima vettura a disporre di questa tecnologia fu la Mercedes S 600 Coupé. L’obiettivo di questo sistema era quello di migliorare la sicurezza di guida.

L’ESP funziona grazie a diversi dati raccolti dai sensori del sistema antibloccaggio delle ruote (ABS) e dal controllo della trazione. Inoltre, il sistema di Bosch prende in considerazione anche l’angolo di sterzata e della traiettoria del veicolo, attraverso 25 misurazioni al secondo.

Bosch ESP 25 anni
Bosch ESP, il sistema prende in considerazione diversi fattori per non far sbandare l’auto

ESP: Bosch ricorda il debutto del controllo elettronico della stabilità avvenuto 25 anni fa

Se l’auto non si muove nella direzione scelta dal guidatore, l’ESP si attiva riducendo la coppia del motore e frenando le singole ruote. In questo modo si evita di sbandare e quindi di perdere il controllo del veicolo.

Il controllo elettronico della stabilità è molto utile, ad esempio, quando si sta percorrendo una strada bagnata o ghiacciata e capita di dover schivare un ostacolo imprevisto presente lungo il tratto. Anche se il debutto avvenne nel 1995 a bordo della Mercedes S 600 Coupé, il successo vero e proprio ottenuto dall’ESP arrivò due anni più tardi.

Bosch ESP 25 anni

Dopo un test di stabilità condotto dalla rivista tedesca svedese Teknikens Värld sulla Mercedes Classe A, finito male in quanto la vettura si ribaltò, la casa automobilistica tedesca decise di implementare di serie l’ESP sulla monovolume con l’obiettivo di renderla più sicura.

Da quel preciso momento, il controllo della stabilità si diffuse sempre di più e fu reso obbligatorio in Europa dal novembre del 2011 su tutti i nuovi modelli di auto e veicoli commerciali mentre dal 1 novembre 2014 è incluso di serie su tutte le vetture e i veicoli commerciali di nuova immatricolazione.

Secondo quanto dichiarato da Bosch, l’ESP è presente attualmente in circa 250 milioni di veicoli dal 1995 ad oggi, oltre ad aver contribuito ad evitare circa 500.000 incidenti in Europa e a salvare la vita a circa 15.000 persone. Naturalmente nel corso degli ultimi 25 anni, Bosch ha continuato a migliorare il suo il sistema di controllo della stabilità e sicuramente continuerà a farlo in futuro.