in

Auto a guida autonoma: ecco cosa ne pensano i paesi

La Russia è la nazione europea con la più alta percentuale di persone favorevoli

Auto guida autonoma

La prossima rivoluzione nel campo dell’automotive è senza dubbio la guida autonoma. Al momento, però, ci sono alcune incertezze sia a livello di normative che degli automobilisti che non sono ancora molto favorevoli verso questa tecnologia.

Diverse aziende come Tesla, Volvo, Daimler e Uber stanno effettuando vari test sui veicoli a guida autonoma su strada. Ultimamente, però, i costi di ricerca e sviluppo di questa tecnologia stanno iniziando a pesare sulle finanze delle varie società coinvolte.

Auto a guida autonoma classifica paesi
Auto a guida autonoma, ecco la classifica dei paesi presi in esame

Auto a guida autonoma: India e Cina sono i paesi maggiormente favorevoli

Secondo un’indagine condotta da un’azienda di analisi di ricerca e di mercato, tra i paesi più propensi verso le auto a guida autonoma abbiamo l’India e la Cina dove la quota di accettazione è rispettivamente del 49% e del 46%.

Allo stesso tempo ci sono moltissime persone che non salirebbero a bordo di una self-driving car, esattamente del 46% e del 50%. Da notare però che tra i due paesi appena citati, la Cina è quello ad essere maggiormente impegnato nelle prove su strada delle auto a guida autonoma.

Auto a guida autonoma test

La classifica prosegue con la Corea del Sud in terza posizione (38% pro e 55% contro), l’Arabia Saudita al quarto posto (35% pro e 57% contro), il Sudafrica in quinta posizione (34% pro e 57% contro), la Russia al sesto posto (33% pro e 53% contro) e il Brasile in settima posizione (31% pro e 61% contro).

Tra le nazioni europee, la Russia è quella ad avere gli automobilisti più favorevoli a salire a bordo di un’auto a guida autonoma. Rimanendo sempre in Europa, abbiamo Spagna (25% pro e 63% contro), Francia (24% pro e 52% contro) e Germania (19% pro e 50% contro). Da precisare che questo sondaggio è stato effettuato in 15 paesi diversi dopo aver intervistato circa 20.500 automobilisti.