in

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: ora è più tecnologica

La nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio possiede una tecnologia amplificata, proveniente dalla nuova Giulia tradizionale presentata qualche mese fa

La nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio possiede l’arduo compito di chi fa da traghettatore. La berlina sportiva a marchio Alfa Romeo si pone infatti a metà strada tra la versione tradizionale e la supersportiva a matrice GTA o GTAm. Ma non si può certo pensare di affibbiare alla berlina col Quadrifoglio una posizione secondaria vista la sua notevole dote in termini di cavalleria esprimibile e per quello che riguarda la tecnologia applicata.

La Giulia Quadrifoglio presentata in queste ultime ore può infatti contare ancora sul 2.9 litri V6 BiTurbo capace di erogare 510 cavalli a 600 Nm di coppia. La trazione posteriore fa il resto, abbinando il tutto ad una trasmissione automatica ZF a 8 rapporti. Non mancano conferme nemmeno dal punto di vista meccanico ed elettronico: ci sono il sistema Alfa Active Suspension e il solito selettore DNA Pro che non tralascia la modalità RACE per divertirsi sul serio. Irrinunciabile anche l’Alfa Active Aero Splitter e l’Alfa Chassis Domain Control per utilizzare setup diversi in base alle condizioni disponibili.

Del tutto nuovo lo scarico Akrapovic da scegliere come optional: si tratta di un elemento in titanio che può migliorare la risposta sonora del fantastico V6 posto sotto al cofano anteriore. La velocità massima è fissata in 307 km/h mentre servono appena 3,9 secondi per raggiungere i 100 km/h partendo da fermi.

Più tecnologia e assistenza alla guida

Questa variante Quadrifoglio della Giulia possiede però una tecnologia rinnovata rispetto alla generazione precedente, un po’ come accaduto anche per la sua variante tradizionale. C’è anche in questo caso il nuovo schermo touch da 8,8 pollici utile a gestire l’infotainment della vettura. Ci sono quindi nuove funzionalità e maggiori possibilità di connessione. Viene introdotto anche sull’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio il sistema di assistenza alla guida di Livello 2 coadiuvato dal cruise control adattivo, dal Lane Keep Assist, dall’Active Bling Spot Assist e dal riconoscimento della segnaletica stradale.

Ma oltre ai ritrovati tecnologici ci sono anche nuove tinte. Due provengono dalla Giulia tradizionale, ovvero il Rosso 6C Villa d’Este e l’Ocra GT Junior mentre è nuovo il Verde Montreal che deriva dalla tinta usata sulla Montreal di cinquant’anni fa. Per il lancio bisogna aspettare indicativamente i mesi tra la prossima estate e l’autunno con prezzi non di molto superiori agli attuali 86.500 euro.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento