in

Pneumatici fuori uso: recuperate più di 50.000 tonnellate da inizio anno

Nonostante l’emergenza sanitaria, Ecopneus continua a raccogliere gomme non più utilizzate

Pneumatici invernali

Nonostante l’emergenza coronavirus, il recupero di pneumatici non più usati prosegue. Nel corso del primo trimestre del 2020, le officine e i gommisti hanno contribuito a raccogliere più gomme da riciclare rispetto al 2019. La notizia è stata pubblicato nelle scorse ore da Ecopneus, la società che si occupa di rintracciare, raccogliere, trattare e scegliere la destinazione finale degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) presenti in tutta Italia.

Secondo le informazioni fornite dall’ente, le tonnellate di pneumatici fuori uso recuperati sono 53.546 nei primi tre mesi di quest’anno. Si tratta di un dato superiore rispetto a quanto registrato nel periodo gennaio-marzo dello scorso anno (53.174 tonnellate).

Pneumatici invernali obbligo anticipato
Pneumatici fuori uso, oltre 18.000 richieste di recupero ricevute da gommisti, officine e stazioni di servizio

Pneumatici fuori uso: 53.546 tonnellate recuperate solo nei primi tre mesi del 2020

In aggiunta, Ecopneus ha registrato più di 18.000 richieste di recupero di gomme non più usate dai 13.450 gommisti, officine e stazioni di servizio che essa stessa serve in tutta la nazione. Ogni anno, la società riesce a gestire mediamente circa 200.000 tonnellate di gomme fuori uso.

Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus, ha dichiarato: “Ci stiamo impegnando per garantire un servizio efficiente ai tanti punti di generazione di PFU che serviamo in tutta Italia anche in questa situazione emergenziale. L’approccio è in linea con quello sempre avuto nella nostra attività, oltre che con le disposizioni governative“.

Ferrari Portofino pneumatici Bridgestone

Nonostante le richieste di recupero delle gomme non più usate da parte dei gommisti siano calate, gli interventi effettuati dall’azienda sono rimasti costanti anche a marzo. Il mese scorso, infatti, sono stati effettuati 6200 interventi di prelievo di PFU. L’ente spiega che ci sono dei quantitativi aggiuntivi di pneumatici fuori uso che rimangono presso i gommisti e le officine anche se il sistema di gestione garantisce la raccolta regolare dal mercato.

Corbetta ha spiegato che ogni mese vengono pubblicati sul sito Web ufficiale di Ecopneus tutti i dati riguardanti la raccolta di PFU dalla filiera, quindi chiunque può tranquillamente consultarli e confrontarli con quelli precedenti.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento