in

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: ecco un progetto digitale che immagina la versione wagon

Ecco come sarebbe la station wagon del Biscione con motore V6 biturbo da 510 CV

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Wagon render

Presentata nel 2015, la Tipo 952 è la prima Alfa Romeo ad essere costruita sfruttando la piattaforma Giorgio a trazione posteriore ed integrale. In seguito, il veicolo è stato lanciato sul mercato in diverse versioni tra cui l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

Per tutti coloro che sono in attesa di una versione station wagon rivolta alle famiglie, la casa automobilistica di Arese potrebbe non offrire mai un modello simile oppure una variante all-road.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Wagon render
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Wagon, l’aspetto super sportivo della berlina da 510 CV è rimasto invariato

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: la station wagon che aspettano le famiglie potrebbe essere così

Detto ciò, l’artista digitale Sugar Chow ha immaginato in render come potrebbe essere l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Wagon. Gli sbalzi anteriore e posteriore sono più corti di quelli che possiamo vedere su altre station wagon presenti in commercio.

Il designer ha deciso di implementare alcune caratteristiche della Quadrifoglio come ad esempio i quattro terminali di scarico sportivi nella parte posteriore e il cofano motore con prese d’aria. Questa speciale Giulia Quadrifoglio Wagon vanta, inoltre, un tetto panoramico con vetro fisso e due barre in alluminio che la rendono perfetta per le famiglie.

Secondo il futuro piano di produzione condiviso da Alfa Romeo, il rinnovo di metà ciclo dell’Alfa Romeo Giulia (e dello Stelvio) è previsto per il 2021. In questo anno debutterà anche un nuovo SUV basato sul concept Tonale (che dovrebbe arrivare nelle concessionarie entro la fine dello stesso anno) mentre nel 2022 dovrebbe aggiungersi alla gamma un B-SUV più compatto.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

2 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero

Lascia un commento